Soggetti aggregatori

Con i soggetti aggregatori diviene più semplice rendere disponibili i propri servizi in rete tramite SPID .

soggetti aggregatori sono pubbliche amministrazioni o privati che offrono a terzi (soggetti aggregati) la possibilità di rendere accessibili tramite lo SPID i rispettivi servizi.

Tali soggetti si distinguono in aggregatori di servizi pubblici e aggregatori di servizi privati.

I soggetti aggregatori possono svolgere per il soggetto aggregato la solo funzione di autenticazione con SPID oppure ospitare l'intero servizio.

Tali soggetti agevolano l'ingresso nella federazione SPID dei fornitori di servizi che non ritengono conveniente attivare presso di loro la struttura necessaria per esporre i propri servizi in rete tramite l'autenticazione con lo SPID.

Fra i soggetti pubblici, le Regioni e le Province possono avere un ruolo molto importante di supporto alle piccole pubbliche amministrazioni presenti sul loro territorio.

Ai soggetti aggregatori  di servizi pubblici si applica, la convenzione emanata  da AgID con Determinazione  n. 80/2018.

Gli interessati devono seguire la procedura prevista per i fornitori di servizi. Dopo il superamento della procedura tecnica  AgID avvierà la procedura amministrativa con l'invio della convezione da sottoscrivere.

Nel prendere i contatti previsti nella citata procedura (via mail a spid.tech@agid.gov.it) è importante comunicare l'intenzione di divenire soggetto aggregatore.   

Nulla osta a che un soggetto che hanno già sottoscritto la specifica convenzione in qualità di fornitore di servizi SPID, segua la procedura per divenire anche soggetto aggregatore.

Al mese di dicembre 2019 non è disponibile una convenzione per gli eventuali aggregatori di servizi privati, ma sarà emanata a breve. Questa convenzione potrà essere sottoscritta anche da soggetti già aggregatori di servizi pubblici.