Notizie AGID https://www.agid.gov.it/it/notizie/rss.xml?tipo_notizia=All it La Giornata della Trasparenza in AgID https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/12/17/giornata-trasparenza-agid <span>La Giornata della Trasparenza in AgID</span> <span><span>alessandro.staiti</span></span> <span>Lun, 12/17/2018 - 18:19</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-17T17:45:00Z">17/12/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>L'evento del 20 dicembre 2018, aperto a cittadini e amministrazioni, è dedicato all'approfondimento e allo scambio di idee sui temi della trasparenza e dell’anticorruzione</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Mercoledì 20 dicembre - dalle ore 14:30 alle ore 16:30 - si terrà presso la sede dell’Agenzia per l’Italia Digitale la Giornata della Trasparenza. Un’occasione di confronto aperta a tutti i cittadini e alle pubbliche amministrazioni, dedicata allo scambio di idee e all’approfondimento sui temi della trasparenza e dell’anticorruzione nell’ambito della PA.</p> <p> </p> <p>La Giornata della Trasparenza costituisce un momento fondamentale sia per l’acquisizione di riscontri sul grado di soddisfazione dei cittadini riguardo la comprensibilità e l’accessibilità dei dati pubblicati dalle amministrazioni, sia per individuare ulteriori necessità di informazione.</p> <p> </p> <p>L’evento vede la partecipazione come relatori della Prof. Nicoletta Parisi, componente del Consiglio dell’Autorità Nazionale Anticorruzione, della Dott. Miriam Viggiano, Funzionario del Garante della Protezione Dati Personali, e dell’Avv. Aldo Monea, Organismo Indipendente di Valutazione dell’AgID.</p> <p> </p> <p>La partecipazione all’evento è aperta a tutti, previa registrazione scrivendo a <a href="mailto:trasparenza@agid.gov.it">trasparenza@agid.gov.it</a></p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/programma_giornata_trasparenza_20_dic_2018.pdf">Il programma della giornata</a></p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/trasparenza" hreflang="it">Trasparenza</a></div> </div> Mon, 17 Dec 2018 17:19:38 +0000 alessandro.staiti 99937 at https://www.agid.gov.it Blockchain: le raccomandazioni Europee per lo sviluppo di servizi basati su DLT https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/12/14/blockchain-raccomandazioni-europee-sviluppo-servizi-basati-dlt <span>Blockchain: le raccomandazioni Europee per lo sviluppo di servizi basati su DLT</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Ven, 12/14/2018 - 11:56</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-14T11:02:00Z">14/12/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Pubblicato il primo Libro Bianco dell’ente di standardizzazione Europeo CEN/CENELEC sulla Blockchain ed i registri distribuiti (DLT). La pubblicazione, realizzata sotto il coordinamento di Agid, ha l’obiettivo di identificare i requisiti per l’implementazione di servizi basati su registri distribuiti </p> <p> </p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Quali requisiti dovranno avere i servizi basati sulle nuove tecnologie Blockchain per abilitare servizi sicuri e di qualità?</p> <p> </p> <p>Questo l’argomento al centro del Libro bianco “Raccomandazioni per adottare standard comuni in Europa sulla Blockchain e sui registri distribuiti (distributed ledger)”, da poco pubblicato a cura del Comitato europeo per la standardizzazione (Cen) e del Comitato europeo per la standardizzazione elettronica (Cenelec).</p> <p> </p> <p>Il libro bianco è stato realizzato sotto il coordinamento di Agid con l’obiettivo di fornire alla Commissione europea e agli organismi di normazione internazionali, come Iso, delle prime raccomandazioni sugli standard tecnici da adottare a livello comunitario in materia di tecnologie Blockchain e Distributed ledger.</p> <p> </p> <p>Il Gruppo di lavoro ha messo in luce alcuni temi che dovranno essere oggetto di particolare attenzione nella fase di definizione delle regole tecniche.</p> <p>Sarà, infatti, necessario che i nuovi standard garantiscano la protezione e l’integrità dei dati personali, l’interoperabilità, la condivisione trasfrontaliera delle informazioni e si armonizzino con il regolamento europeo sull’Identità digitale (eIdas).</p> <p> </p> <p>Il Libro bianco rappresenta la prima tappa del più ampio percorso avviato dal Focus group sulla Blockchain e la tecnologia dei registri distribuiti (distributed ledger technlogies) per studiare gli impatti di queste nuove tecnologie in settori quali la finanza e le assicurazioni, l’energia, la salute e la pubblica amministrazione.</p> <p>A questa edizione ne seguiranno presto delle altre in linea con i futuri sviluppi tecnologici e di mercato.</p> <p> </p> <p>Il Focus group sulla Blockchain si è costituito nel 2017 all’interno del Comitato europeo per la standardizzazione (Cen) e del Comitato europeo per la standardizzazione elettronica ed è coordinato dall’Ente di normazione Italiano UNI insieme all’Agenzia per l’Italia Digitale.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p><strong> </strong></p> <p><a href="ftp://ftp.cencenelec.eu/EN/EuropeanStandardization/Sectors/ICT/Blockchain%20+%20DLT/FG-BDLT-White%20paper-Version1.2.pdf" target="_blank">Libro bianco “Raccomandazioni per adottare standard comuni in Europa sulla Blockchain e sulle tecnologie DLT (distributed ledger)”</a></p> <p> </p> <p><a href="https://www.cencenelec.eu/Pages/default.aspx" target="_blank">Cen e Cenelec</a></p></div> Fri, 14 Dec 2018 10:56:31 +0000 flavia.gamberale 99933 at https://www.agid.gov.it Al via la call Erasmus+ per un tirocinio all’ufficio relazioni internazionali https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/12/12/al-call-erasmus-tirocinio-allufficio-relazioni-internazionali <span>Al via la call Erasmus+ per un tirocinio all’ufficio relazioni internazionali</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mer, 12/12/2018 - 12:53</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-12T12:00:00Z">12/12/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Sei un giovane dinamico interessato a seguire da vicino temi e progetti europei che riguardano l’innovazione della pubblica amministrazione italiana? Grazie ad Erasmus +, AgID seleziona un tirocinante per l’ufficio Coordinamento delle Relazioni Internazionali. Candidature fino al 3 gennaio 2019</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Porte aperte ai neolaureati in una disciplina di Scienze Sociali o di Scienze Applicate, motivati e interessati a seguire da vicino i progetti internazionali di AgID.</p> <p> </p> <p>Fino al 3 gennaio 2019 neolaureati triennali e magistrali in una disciplina di Scienze Sociali (come Relazioni Internazionali, Giurisprudenza, Comunicazione e Scienze dell'Informazione) o in una disciplina di Scienze Applicate (come Matematica o Fisica o Informatica o Ingegneria), che hanno già ottenuto una Borsa Erasmus+ presso una qualsiasi università europea, possono candidarsi per un tirocinio gratuito nelle relazioni internazionali di AGID.</p> <p> </p> <p>Lo stage dura 6 mesi, da febbraio a agosto, richiede un impegno full time. Durante il tirocinio, che si svolgerà nella sede dell’AgID, lo stagista avrà l’opportunità di assistere l’Ufficio relazioni internazionali nelle attività amministrative e di ricerca, di organizzazione eventi, di elaborazione di position paper e più in generale di supportarlo nella gestione di programmi e di altre iniziative europee. </p> <p>ErasmusIntern è un progetto realizzato dall’Erasmus Student Network (ESN) per permettere agli studenti europei di realizzare i propri tirocini nei Paesi che aderiscono al progetto Erasmus+.</p> <p> </p> <p>È possibile candidarsi direttamente attraverso il portale <a href="https://erasmusintern.org/traineeship/international-relations-and-digital-government-transformation">ErasmusIntern.org</a>.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Dalla Finlandia all’Agenzia per l’Italia Digitale: la storia di Nanni tra timori ed esperienze memorabili, il <a href="https://medium.com/@AgidGov/dalla-finlandia-allagenzia-per-litalia-digitale-la-storia-di-nanni-tra-timori-ed-esperienze-d08796514e9a">post Medium </a>di AGID.</p> <p><a href="https://erasmusintern.org/traineeship/international-relations-and-digital-government-transformation">Candidati</a> al tirocinio</p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/attivita-internazionali" hreflang="it">attività internazionali</a></div> </div> Wed, 12 Dec 2018 11:53:36 +0000 angela.creta 99932 at https://www.agid.gov.it Sportello unico digitale: in vigore il regolamento europeo https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/12/11/sportello-unico-digitale-vigore-il-regolamento-europeo <span>Sportello unico digitale: in vigore il regolamento europeo</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mar, 12/11/2018 - 17:31</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-11T16:37:00Z">11/12/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>È entrato in vigore il Regolamento europeo 2018/1724 che istituisce lo Sportello Unico Digitale.</p> <p> </p> <p>Lo Sportello faciliterà l'accesso online alle informazioni, alle procedure amministrative e ai servizi di assistenza per i cittadini che vogliono trasferirsi, studiare o aprire una propria attività in un Paese dell’Unione europea diverso da quello di residenza.</p> <p> </p> <p>Grazie allo sportello, entro il 2020, i cittadini e le imprese che si spostano all’interno dei confini dell'UE potranno già scoprire le regole e i servizi di assistenza degli altri Stati. Entro il 2023, saranno poi in grado di eseguire una serie di procedure in tutti i Paesi membri dell'UE, come la registrazione di un'auto o la richiesta di prestazioni pensionistiche, senza alcuna documentazione cartacea.</p> <p> </p> <p>AgID ha contribuito alla definizione del Regolamento partecipando al negoziato legislativo presso il Consiglio UE sotto il coordinamento del Dipartimento Politiche Europee. Il 26 febbraio 2019 a Bruxelles si riunirà per la prima volta il Gruppo di Coordinamento dello Sportello, istituito per assistere la Commissione europea durante la fase di realizzazione dello sportello. AgID parteciperà alle riunioni del Gruppo sotto il coordinamento del Dipartimento Politiche Europee.</p> <p> </p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><a href="https://ec.europa.eu/growth/single-market/single-digital-gateway_it">Single digital gateway</a></p> <p> </p> <p><a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX:32018R1724">Regolamento europeo istitutivo dello Sportello Unico Digitale</a></p></div> Tue, 11 Dec 2018 16:31:55 +0000 flavia.gamberale 99931 at https://www.agid.gov.it E-Procurement: l’11 dicembre in AGID il workshop nazionale ESPD https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/12/06/procurement-l11-dicembre-agid-il-workshop-nazionale-espd <span>E-Procurement: l’11 dicembre in AGID il workshop nazionale ESPD</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Gio, 12/06/2018 - 16:42</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-06T10:00:00Z">06/12/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p> </p> <p>Appuntamento l’11 dicembre 2018 alle ore 11.00, nella Sala Pirelli di AGID, per il workshop “e-Procurement: Linee strategiche ed evoluzioni”, nel corso del quale verranno presentate le linee strategiche e illustrati i risultati del progetto “European Single Procurement Document” (ESPD) a pubbliche amministrazioni, piccole medie imprese e operatori interessati alle attività di acquisto e negoziazione nelle gare di appalto.</p> <p> </p> <p>Il sistema nazionale di e-Procurement rappresenta una leva essenziale per lo sviluppo economico del Paese e la promozione del mercato unico.</p> <p>Il progetto, finanziato dalla Commissione europea e coordinato da AgID, nasce con l’obiettivo di implementare il Documento di Gara Unico Europeo (DGUE) in formato strutturato XML al fine di stabilire un formato comune e interoperabile per tutte le amministrazioni aggiudicatrici e gli operatori economici operanti nel sistema degli appalti pubblici elettronici degli Stati membri, in conformità agli indirizzi di innovazione dei contratti pubblici dettati dalle Direttive europee 2014/25/UE, 2014/24/UE,  2014/23/UE e dal “Codice dei contratti pubblici” (Decreto legislativo n. 50/2016).</p> <p> </p> <p>Tra i partner del progetto: l’Autorità Nazionale Anticorruzione, CONSIP, Intercent-ER, Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Unioncamere. L’evento è occasione di confronto sull’adozione del DGUE elettronico, quale strumento per ridurre gli oneri documentali ed economici a carico dei soggetti partecipanti alle procedure di gara, facilitando così la partecipazione alle procedure di affidamento dei contratti pubblici, nell’ottica del Mercato Unico Europeo, e la semplificazione delle procedure di verifica da parte delle stazioni appaltanti.  </p> <p> </p> <p>È possibile iscriversi all’evento entro le ore 12:30 dell’10 dicembre, inviando una mail all'indirizzo: <a href="mailto:eprocurement@agid.gov.it">eprocurement@agid.gov.it</a>.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Progetto<a href="https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/procurement/progetto-cef-espd"> CEF ESPD</a> </p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/espd11dic2018_agg.pdf">Programma</a> e-Procurement: Linee strategiche ed evoluzioni</p> <p> </p> <p><strong>Maggiori informazioni</strong></p> <p>Scrivi una mail a: <a href="mailto:eprocurement@agid.gov.it">eprocurement@agid.gov.it</a></p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/e-procurement" hreflang="it">e-procurement</a></div> </div> Thu, 06 Dec 2018 15:42:13 +0000 angela.creta 99851 at https://www.agid.gov.it Conservazione dei documenti informatici: il 12 dicembre la V° edizione del Forum https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/12/04/conservazione-documenti-informatici-il-12-dicembre-vdeg-edizione-del-forum <span>Conservazione dei documenti informatici: il 12 dicembre la V° edizione del Forum </span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mar, 12/04/2018 - 17:36</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-04T15:00:00Z">04/12/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Si terrà il 12 dicembre 2018 dalle 14:30, il quinto appuntamento del Forum della Conservazione dei documenti informatici di AGID, spazio di confronto sulle problematiche di attuazione dei sistemi di conservazione conformi alle disposizioni di legge e sui conseguenti aspetti tecnici.</p> <p> </p> <p>L’incontro, presso la sala Pirelli nella sede dell’Agenzia per l’Italia Digitale, vede la partecipazione di amministrazioni, conservatori accreditati, associazioni di categoria e consulenti di settore, che si riuniscono per fare il punto su normativa e Conservazione perenne.</p> <p> </p> <p>L’incontro è anche l’occasione per confrontarsi circa gli esiti della sperimentazione del gruppo di lavoro sui Poli di conservazione.</p> <p> </p> <p>È possibile iscriversi al Forum entro le ore 12:30 dell’<strong>11 dicembre</strong>, inviando una mail a: <a href="mailto:forum_conservatori@agid.gov.it">forum_conservatori@agid.gov.it</a>.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Consulta il <a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/programma-fc-12dic2018.pdf">Programma</a></p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/conservazione">Forum della conservazione</a></p> <p><a href="https://stream.lifesizecloud.com/extension/216912/e70c00b8-0b8a-48f8-8059-14896fa19127">Streaming </a>dell'evento (attivo il 12 dicembre dalle 14:30)</p> <p> </p> <p><strong>Maggiori informazioni</strong></p> <p>Scrivi una mail a: <a href="mailto:forum_conservatori@agid.gov.it">forum_conservatori@agid.gov.it</a></p> <p> </p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/conservazione" hreflang="it">conservazione</a></div> </div> Tue, 04 Dec 2018 16:36:25 +0000 angela.creta 99850 at https://www.agid.gov.it Accessibilità: disponibile in forma gratuita la norma tecnica Uni EN sui requisiti per prodotti e servizi online https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/12/03/accessibilita-disponibile-forma-gratuita-norma-tecnica-en-sui-requisiti-prodotti <span>Accessibilità: disponibile in forma gratuita la norma tecnica Uni EN sui requisiti per prodotti e servizi online</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Lun, 12/03/2018 - 16:26</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-03T15:30:00Z">03/12/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>L’iniziativa, resa possibile dal lavoro di AGID, in virtù dell’impatto sociale e dell’importanza che riveste per il lavoro delle amministrazioni e dei fornitori di servizi e prodotti per la PA, garantisce la più ampia diffusione e il massimo utilizzo possibile</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>L’Italia è il primo paese europeo a pubblicare gratuitamente la traduzione italiana della norma sui “Requisiti di accessibilità per prodotti e servizi ICT” dell’Ente Nazionale Italiano di Unificazione – UNI. Un tassello fondamentale per garantire la creazione e la fornitura di soluzioni ICT accessibili da tutti, anche da persone con differenti abilità cognitive, visive o sensoriali.</p> <p> </p> <p>La versione italiana della <a href="http://store.uni.com/catalogo/index.php/uni-en-301549-2018.html" target="_blank"><strong>UNI EN 301549</strong></a> è fondamentale per rispettare gli obblighi legislativi nazionali nel campo dei siti Web e delle applicazioni mobili. La norma:</p> <p> </p> <p>-          definisce i requisiti di accessibilità applicabili ai prodotti e ai servizi ICT</p> <p> </p> <p>-          contiene una descrizione delle procedure di prova e della metodologia di valutazione per ogni requisito di accessibilità in una forma adatta a essere utilizzata negli appalti pubblici in Europa (utili anche per il settore privato),</p> <p> </p> <p>-          prevede indicazioni in ambito ICT per prestazioni funzionali, requisiti generici, ICT con comunicazione vocale bidirezionale, con funzionalità video, hardware, Web, documenti non Web, software e servizi di supporto.</p> <p> </p> <p>La norma europea armonizzata EN 301549 è il riferimento tecnico della <a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A32016L2102" target="_blank"><strong>Direttiva (UE) 2016/2102</strong></a>, relativa all'accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici.</p> <p>Tale direttiva è stata recepita con l'aggiornamento della normativa nazionale in materia di accessibilità Web e mobile e comporterà la definizione di linee guida nazionali AGID che conterranno riferimenti diretti alla norma - al fine di garantire omogeneità nel mercato europeo.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><a href="http://store.uni.com/catalogo/index.php/uni-en-301549-2018.html?josso_back_to=http://store.uni.com/josso-security-check.php&amp;josso_cmd=login_optional&amp;josso_partnerapp_host=store.uni.com">Requisiti di accessibilità per prodotti e servizi ICT</a></p> <p> </p> <p><strong><a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX%3A32016L2102" target="_blank">Direttiva (UE) 2016/2102</a></strong></p> <p> </p></div> Mon, 03 Dec 2018 15:26:14 +0000 flavia.gamberale 99849 at https://www.agid.gov.it Gestire la domanda pubblica come leva d’innovazione: Save the date! https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/29/gestire-domanda-pubblica-leva-dinnovazione-save-date <span>Gestire la domanda pubblica come leva d’innovazione: Save the date!</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Gio, 11/29/2018 - 13:15</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-29T13:09:00Z">29/11/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Appalti innovativi: quali opportunità per le PA, le aziende e il Paese? Questo il tema al centro del convegno in programma a Roma il 12 dicembre, organizzato da AGID, Confindustria, Itaca e Regioni. Nella sessione pomeridiana a cura di AGID, focus su strumenti operativi e finanziamenti</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Come accrescere la competitività del Paese attraverso gli appalti innovativi? In che misura questi possono rappresentare un’opportunità per Pubblica amministrazione, imprese, start up e mondo della ricerca? Come incentivare l’innovazione di mercato e rispondere efficacemente ai fabbisogni della PA?</p> <p> </p> <p>Di questo si parlerà al Convegno <strong>"Gestire la domanda pubblica come leva di innovazione"</strong>, organizzato da Confindustria, AGID, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e ITACA, in programma a Roma il 12 dicembre presso la sede di Confindustria a partire dalle 9: 30.</p> <p> </p> <p>La <strong>sessione pomeridiana</strong> a cura di AGID, dal titolo “<strong>Facciamo appalti d’innovazione: un laboratorio per le PA, le imprese e la ricerca”</strong>, si svolgerà a cominciare dalle 14:30.</p> <p> </p> <p>Durante la sessione, AGID:</p> <p> </p> <p>- presenterà i nuovi strumenti operativi realizzati a supporto di amministrazioni e imprese;</p> <p> </p> <p>- farà il punto sui finanziamenti a disposizione delle PA nella programmazione 2014-20;</p> <p> </p> <p>- stimolerà un confronto aperto tra i protagonisti dell’innovazione pubblica e privata.</p> <p> </p> <p>L’iniziativa s’iscrive nell’ambito del Protocollo d’intesa sottoscritto da Confindustria, AGID, Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome e ITACA e rappresenta l’inizio di un percorso condiviso per favorire la conoscenza e l'utilizzo degli appalti innovativi, facilitando la transizione verso un sistema strategico di appalti pubblici, digitale e intelligente, funzionale alla crescita del Paese.</p> <p> </p> <p><strong>Come partecipare</strong></p> <p>Per partecipare all’evento è necessario registrarsi <a href="http://www.confindustria.it/Aree/opp159.nsf/iscrizione?openform">qui</a>. La partecipazione è consentita fino ad esaurimento posti. </p></div> <div class="field field--name-field-repository-files field--type-entity-reference field--label-above u-padding-top-xxl"> <h3 class="field__label">Allegati</h3> <div class="field__items--custom"> <div class="field__item"> <div class="file file--type-document file--mimetype-application-pdf file--view-mode-inside-content-page"> <div class="content"> <div class="field field--name-field-title field--type-string field--label-hidden field__item"><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/save_the_date_sessione_mattutina_gestire_la_domanda_pubblica_come_leva_dinnovazione.pdf">Save the date sessione mattutina &quot;Gestire la domanda pubblica come leva d’innovazione&quot;</a></div> <div class="field field--name-filemime field--type-string field--label-hidden Icon Icon-file field__item application/pdf"></div> </div> </div> <br> </div> <div class="field__item"> <div class="file file--type-document file--mimetype-application-pdf file--view-mode-inside-content-page"> <div class="content"> <div class="field field--name-field-title field--type-string field--label-hidden field__item"><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/save_the_date_sessione_pomeridiana_facciamo_appalti_innovazione.pdf">Save the date sessione pomeridiana &quot;Facciamo appalti di innovazione: un laboratorio per la PA, le impresa, la ricerca&quot;</a></div> <div class="field field--name-filemime field--type-string field--label-hidden Icon Icon-file field__item application/pdf"></div> <div class="field field--name-field-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-29T12:00:00Z">29/11/2018</time> </div> </div> </div> </div> <br> </div> <div class="field__item"> <div class="file file--type-document file--mimetype-application-pdf file--view-mode-inside-content-page"> <div class="content"> <div class="field field--name-field-title field--type-string field--label-hidden field__item"><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/programma_della_giornata.pdf">Programma della giornata</a></div> <div class="field field--name-filemime field--type-string field--label-hidden Icon Icon-file field__item application/pdf"></div> <div class="field field--name-field-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-12-05T12:00:00Z">05/12/2018</time> </div> </div> </div> </div> <br> </div> </div> </div> Thu, 29 Nov 2018 12:15:47 +0000 flavia.gamberale 99847 at https://www.agid.gov.it Open data maturity Report, Italia ai primi posti https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/20/open-data-maturity-report-italia-ai-primi-posti <span>Open data maturity Report, Italia ai primi posti</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mar, 11/20/2018 - 12:49</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-20T11:52:00Z">20/11/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Secondo l’Open data maturity report, l’Italia si posiziona al quarto posto nella classifica europea per capacità di valorizzare i propri dati aperti e per il secondo anno consecutivo si conferma tra i Paesi trendsetter</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>L’Italia si conferma ai primi posti nello <em>State of play</em> 2018 relativo al grado di maturità degli open data e guadagna ulteriori posizioni rispetto all’anno precedente.</p> <p>È quanto emerge dall’<a href="https://www.europeandataportal.eu/sites/default/files/edp_landscaping_insight_report_n4_2018.pdf">Open data maturity report 2018</a>, il documento europeo che misura lo stato di avanzamento delle politiche nazionali in materia di open data.</p> <p> </p> <p>In base al report, l’Italia si posiziona al quarto posto con un punteggio complessivo dell’80% e si classifica per il secondo anno consecutivo tra i Paesi “trendsetter”, cioè quelli che sono stati in grado di mettere in atto una politica di Open Data avanzata e ben coordinata tra tutti gli attori che operano sul territorio nazionale e che dispongono di un portale nazionale dei dati aperti con funzionalità avanzate. </p> <p> </p> <p>Un risultato raggiunto grazie anche a una serie di azioni promosse da AGID, tra queste:</p> <p>- la definizione di specifiche policy, riconducibili al  Piano triennale e supportate dalle Linee guida per la Valorizzazione del patrimonio informativo pubblico; </p> <p> </p> <p>- gli aggiornamenti del Paniere dinamico di dataset , cui hanno contribuito amministrazioni centrali, regionali e locali;</p> <p> </p> <p>- il consolidamento dell’indagine nazionale sull’implementazione della direttiva PSI- relativa al riutilizzo dell’informazione del settore pubblico;</p> <p> </p> <p>- altre iniziative volte alla promozione della cultura sugli open data, il tutto attraverso il portale nazionale <a href="https://www.dati.gov.it/">dati.gov.it</a>.</p> <p> </p> <p>Il report<strong><em> </em></strong>evidenzia lo stato dell’arte dei 28 Paesi europei in materia, tenendo conto di quattro dimensioni: le policy, i portali nazionali di riferimento, la qualità dei dati esposti e, particolarmente rilevante, la dimensione degli impatti, volta a misurare monitorare l’effettivo riutilizzo dei dati e il loro impatto sul piano politico, sociale, ambientale ed economico.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimento</strong></p> <p><a href="https://www.europeandataportal.eu/sites/default/files/edp_landscaping_insight_report_n4_2018.pdf">Open data maturity report</a></p> <p><a href="https://www.dati.gov.it/">Dati.gov</a></p></div> Tue, 20 Nov 2018 11:49:55 +0000 flavia.gamberale 79937 at https://www.agid.gov.it Consulta nazionale INSPIRE: al via le attività del tavolo di lavoro sui metadati https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/15/consulta-nazionale-inspire-al-attivita-del-tavolo-lavoro-sui-metadati <span>Consulta nazionale INSPIRE: al via le attività del tavolo di lavoro sui metadati</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Gio, 11/15/2018 - 16:59</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-15T16:00:00Z">15/11/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>La Consulta nazionale per l’informazione territoriale ed ambientale si arricchisce di un nuovo gruppo di lavoro. Dal 13 novembre 2018 prendono il via le attività della “ Sezione Tecnica Metadati”, con funzioni di coordinamento e raccordo istituzionale tra le pubbliche amministrazioni che producono cataloghi (dataset) di dati territoriali.</p> <p>  </p> <p>Le attività della sezione coordinata da AGID riguarderanno la raccolta delle istanze italiane sui metadati da trasmettere in sede europea e la verifica del corretto inserimento di questi ultimi nel Repertorio Nazionale dei Dati Territoriali, in coerenza con lo sviluppo dell’infrastruttura nazionale per l’informazione territoriale e del monitoraggio ambientale.</p> <p> </p> <p> Uno dei primi impegni dell’organismo sarà la <strong>revisione delle <a href="http://geodati.gov.it/geoportale/regole-tecniche-rndt" rel="alternate">regole tecniche del Repertorio</a></strong> e delle relative <a href="http://geodati.gov.it/geoportale/manuale-rndt" rel="alternate"><strong>guide operative</strong></a> al fine di uniformarle alla <a href="https://inspire.ec.europa.eu/id/document/tg/metadata-iso19139" rel="alternate"><strong>nuova versione di guide tecniche</strong></a> definite da<strong> <a href="https://inspire.ec.europa.eu/" rel="alternate">INSPIRE</a></strong>, la Direttiva della Commissione Europea per la realizzazione di un'infrastruttura europea di dati territoriali.</p> <p>  </p> <p>I lavori riguarderanno, inoltre, l’analisi dei processi di implementazione dei metadati sulla base sulle esperienze e le criticità emerse finora nel contesto dell’alimentazione del RNDT da parte delle amministrazioni.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><a href="http://inspire-regadmin.jrc.ec.europa.eu/ror/">Federazione europea dei registri INSPIRE</a></p> <p> </p> <p><a href="http://registry.geodati.gov.it/registry">Sistema dei registri INSPIRE Italia</a></p> <p> </p> <p><a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=celex%3A32007L0002">Direttiva europea INSPIRE</a></p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/dati-territoriali" hreflang="it">dati territoriali</a></div> </div> Thu, 15 Nov 2018 15:59:43 +0000 angela.creta 79644 at https://www.agid.gov.it pagoPA: paga online i servizi pubblici in maniera semplice, trasparente e sicura https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/14/pagopa-paga-online-i-servizi-pubblici-maniera-semplice-trasparente-sicura <span>pagoPA: paga online i servizi pubblici in maniera semplice, trasparente e sicura</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mer, 11/14/2018 - 16:58</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-14T15:00:00Z">14/11/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Dai Comuni alle ASL, dalle scuole e alle Regioni, il sistema di pagamenti elettronici della Pubblica Amministrazione ti consente di effettuare transazioni attraverso molteplici canali: sportelli fisici (tabacchi, sportelli bancari, supermercati, Poste, bar), sportelli ATM, home banking, smartphone o tablet. Tasse, prestazioni sanitarie, iscrizioni scolastiche e molto altro può essere<strong> </strong>pagato in maniera sicura e veloce</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>pagoPA ha evidenziato una forte crescita nell’ultimo anno, arrivando a superare i 15 milioni di transazioni al 31 ottobre 2018, per un valore economico di circa 2,3 miliardi di euro.</p> <p> </p> <p>Delle 17.000 amministrazioni che hanno aderito – pari a oltre il 73% del totale – quasi 14.000 sono attive, ovvero pronte a permettere a tutti i cittadini di fare operazioni attraverso il “Nodo dei pagamenti”, sono invece oltre 400 i prestatori di servizio aderenti.</p> <p> </p> <p>L'Agenzia per l'Italia Digitale ha progettato e realizzato il sistema dei pagamenti elettronici a favore della Pubblica Amministrazione, che permette a cittadini e imprese di effettuare pagamenti elettronici in modo sicuro, semplice e affidabile, in piena trasparenza dei costi di commissione applicati dai Prestatori di Servizi di Pagamento aderenti (PSP).</p> <p> </p> <p>Agendo in una logica di sistema, pagoPA è diventato da semplice piattaforma a sistema di pagamento integrato, che mette al centro le esigenze della persona, per favorire un’esperienza di navigazione semplice, sia online che offline.</p> <p> </p> <p>pagoPA, inoltre, consente di gestire le transazioni con carte di pagamento (carte di credito, debito o prepagate) in una logica multicanale.  Nella nuova versione del Wisp 2.0<strong> </strong>(il Wizard Interattivo per la Scelta del PSP) è possibile memorizzare lo strumento di pagamento preferito, per poterlo usare le volte successive.</p> <p> </p> <p>Negli ultimi tre anni, il sistema è diventato uno dei principali strumenti con cui cittadini e imprese pagano i servizi pubblici, un esempio che rappresenta “quel filo rosso” che unisce cittadini, Pubblica Amministrazione e sistema produttivo.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p> </p> <p>Il giorno prima del week end e le commissioni quotidiane: Piero e pagoPA, il <a href="https://medium.com/@AgidGov/il-giorno-prima-del-week-end-e-le-commissioni-quotidiane-piero-e-pagopa-1ef6d01f7e3c">post Medium</a> dell’Area Trasformazione Digitale di AGID</p> <p> </p> <p>Guarda il <a href="https://www.youtube.com/watch?v=HvfMZRLIgBo">video</a> “pagoPA: il sistema di pagamenti elettronici della Pubblica Amministrazione”</p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/pagopa" hreflang="it">pagoPA</a></div> </div> Wed, 14 Nov 2018 15:58:57 +0000 angela.creta 79643 at https://www.agid.gov.it Piano Triennale: dal 1°gennaio 2019 le amministrazioni possono acquisire solo servizi cloud qualificati https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/13/piano-triennale-dal-1deggennaio-2019-amministrazioni-possono-acquisire-solo-servizi <span>Piano Triennale: dal 1°gennaio 2019 le amministrazioni possono acquisire solo servizi cloud qualificati</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mar, 11/13/2018 - 11:04</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-13T09:00:00Z">13/11/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Prorogato - dal 20 novembre 2018 al 1°gennaio 2019 - il termine dopo il quale le Pubbliche Amministrazioni potranno acquisire i nuovi servizi cloud esclusivamente nell'ambito del modello Cloud della PA</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Con la determina n. 358 del 6 novembre 2018, AGID proroga i termini per la qualificazione dei servizi cloud CSP (Cloud Service Provider) e SaaS (Software as a Service), necessaria per l’acquisizione degli stessi da parte delle amministrazioni.</p> <p> </p> <p>I servizi cloud oggetto di contratti ancora in corso non hanno necessità di essere qualificati sino alla scadenza contrattuale.</p> <p> </p> <p>La procedura di qualificazione dei servizi cloud rientra nel percorso delineato dalle circolari AGID n.2 dedicata alla qualificazione dei servizi CSP e n. 3 relativa ai servizi SaaS, entrambe del 9 aprile 2018.</p> <p> </p> <p>All’interno del sito dedicato al <a href="https://cloud.italia.it/it/latest/">Cloud della PA</a> sono disponibili approfondimenti e informazioni sulla strategia nazionale del cloud nella Pubblica Amministrazione.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><a href="https://trasparenza.agid.gov.it/archivio28_provvedimenti-amministrativi_0_121758_725_1.html">Determina AGID</a> n. 358 del 6 novembre 2018</p> <p><a href="https://cloud.italia.it/marketplace/supplier/landing/landing_page.html">Procedura di qualificazione</a> per i servizi cloud</p> <p>Il sito dedicato al <a href="https://cloud.italia.it/it/latest/">cloud</a> della PA</p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/cloud-pa" hreflang="it">cloud PA</a></div> </div> Tue, 13 Nov 2018 10:04:11 +0000 angela.creta 79642 at https://www.agid.gov.it Dominio “gov.it”: online gli esiti della manifestazione di interesse https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/08/dominio-govit-online-esiti-manifestazione-interesse <span>Dominio “gov.it”: online gli esiti della manifestazione di interesse</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Gio, 11/08/2018 - 17:25</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-08T16:00:00Z">08/11/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>È online l’elenco degli Internet Service Provider che hanno partecipato alla manifestazione di interesse, promossa a settembre 2018 dall’Agenzia per l’Italia Digitale, volta a supportare gli istituti scolastici e gli enti territoriali nel passaggio dal dominio “gov.it” al dominio “edu.it” e al dominio “.it”.</p> <p> </p> <p>Con l’adesione alla manifestazione di interesse, gli operatori economici forniranno i servizi necessari alla migrazione senza ulteriori oneri a carico di istituti scolastici ed enti territoriali e fino a scadenza dei contratti in essere relativi al dominio “.gov.it”.</p> <p> </p> <p>L’invito era rivolto agli Internet Service Provider (ISP) che già forniscono servizi di gestione dei domini internet alle amministrazioni di cui alla <a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/36_-_dt_dg_n._36_-_12_feb_2018_-_riorganizzazione_dominio_gov_22.12.2017_003_1_4.pdf">determina AGID n. 36/2018</a> “Riordino del dominio .gov.it”, al fine di fornire supporto operativo sia agli istituti scolastici sia agli enti territoriali.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p> </p> <p>Consulta l’<a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/allegato_esitimdi_cintgov.pdf">elenco degli Internet Service Provider </a>(ISP) che hanno risposto alla manifestazione di interesse “<em>Elenco degli operatori economici aderenti alla manifestazione di interesse relativa alla fornitura di servizi connessi alla migrazione al dominio edu.it per tutti gli istituti scolastici e al dominio .it per gli enti territoriali attualmente sotto dominio gov.it</em>”</p> <p> </p> <p><strong>Maggiori Informazioni</strong></p> <p>Scrivere un’e-mail a: <a href="mailto:dominiogov@pcert.agid.gov.it">dominiogov@pcert.agid.gov.it</a></p> <p> </p> <p> </p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/dominio-govit" hreflang="it">dominio .gov.it</a></div> </div> Thu, 08 Nov 2018 16:25:16 +0000 angela.creta 79641 at https://www.agid.gov.it AGID incontra i Comuni capoluogo delle Città metropolitane per attuare il percorso di trasformazione digitale https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/07/agid-incontra-i-comuni-capoluogo-citta-metropolitane-attuare-il-percorso <span>AGID incontra i Comuni capoluogo delle Città metropolitane per attuare il percorso di trasformazione digitale</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mer, 11/07/2018 - 18:10</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-07T16:00:00Z">07/11/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Un nuovo dialogo per definire iniziative condivise, volte a favorire la trasformazione digitale dei servizi per i cittadini e le imprese</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>L'incontro del 6 novembre, promosso da AGID e dall’Agenzia per la Coesione Territoriale - Autorità di gestione del Programma operativo nazionale (PON) 2014-2020 dedicato alle Città Metropolitane - è stato l'occasione per avviare un nuovo percorso verso la trasformazione digitale dei servizi pubblici.</p> <p> </p> <p>L'evento segna l’inizio di un processo per la diffusione di strumenti e modelli - che AGID rende disponibili alle amministrazioni - funzionali a conciliare gli obiettivi derivanti dall’attuazione del <a href="https://pianotriennale-ict.italia.it/ ">Piano Triennale</a> per l’informatica nella PA con i target finanziari della programmazione 2014-2020.</p> <p> </p> <p>Tra le esigenze espresse, i rappresentanti delle Città hanno sottolineato l’importanza di una maggiore sinergia tra interventi nazionali e locali da attuarsi attraverso:</p> <p>- un supporto alle amministrazioni nelle fasi di analisi e reingegnerizzazione dei processi di erogazione di servizi pubblici,</p> <p>- lo sviluppo di progettualità condivise dalle reti di realtà territoriali, anche tramite la creazione di nuovi modelli di riuso collaborativo coerenti con le iniziative del PON Città Metropolitane.</p> <p> </p> <p>Il percorso è volto a semplificare i processi di erogazione dei servizi pubblici anche attraverso l’affermazione del principio once-only.</p></div> Wed, 07 Nov 2018 17:10:58 +0000 angela.creta 79640 at https://www.agid.gov.it Internet: al via dibattito globale sul futuro della Rete il 28 novembre a Roma https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/02/internet-al-dibattito-globale-sul-futuro-rete-il-28-novembre-roma <span> Internet: al via dibattito globale sul futuro della Rete il 28 novembre a Roma</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Ven, 11/02/2018 - 19:38</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-02T18:40:00Z">02/11/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Mercoledì 28 novembre 2018, a partire dalle 9:00 a Roma presso la sede di AgID, si svolgerà il dibattito globale sugli sviluppi futuri di Internet a cui potranno prendere parte circa 30 cittadini di età, genere e livello di istruzione diversi.</p> <p> </p> <p>L’Agenzia per l’Italia Digitale, con il supporto dell’Università La Sapienza di Roma, promuove il progetto pilota “Dibattito Globale dei Cittadini sul Futuro di Internet” con l’obiettivo di coinvolgere persone comuni in una giornata formativa dove saranno discussi alcuni temi chiave quali l’impatto di Internet nella società e i valori che dovrebbero ispirare l’Internet del futuro.</p> <p> </p> <p>Internet sta rivoluzionando le nostre vite quotidiane, anche quando non la utilizziamo direttamente, influenzando il modo in cui ci muoviamo, lavoriamo, passiamo il tempo libero e comunichiamo con i nostri amici e la nostra famiglia.</p> <p>Nel corso della giornata i partecipanti saranno suddivisi in gruppi di 5 o 6 persone a cui saranno assegnati un moderatore ed un osservatore, per rendere il dibattito più semplice e favorire il confronto.</p> <p>È possibile registrarsi <a href="https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSexpbMVtNXFy87ggHGDJxNsa_BssEWmztM8roSla7v0Hsj15w/viewform" target="_blank">all'evento</a> fino al 23 novembre 2018.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p> </p> <p><a href="http://www.wetheinternet.org/" target="_blank">Global Citizens' Debate on the Future Internet</a></p></div> Fri, 02 Nov 2018 18:38:29 +0000 flavia.gamberale 79578 at https://www.agid.gov.it Al via IGF Italia 2018: idee e proposte per la Governance di Internet https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/11/02/al-igf-italia-2018-idee-proposte-governance-internet <span>Al via IGF Italia 2018: idee e proposte per la Governance di Internet</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Ven, 11/02/2018 - 19:34</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-11-02T18:36:00Z">02/11/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Si svolge a Roma dal 5 al 7 novembre, presso la sede dalla Luiss, l’Internet Governance Forum Italia 2018. La prima giornata, promossa da AGID, sarà interamente dedicata alla formazione sulle policy del web</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Fake news, cybersecurity, protezione dei dati, social media, cyberbullismo, diritti digitali e democrazia diretta esercitata attraverso il Web, Intelligenza artificiale, nuove infrastrutture di rete.</p> <p>Questi alcuni degli argomenti al centro del dibattito dell’Internet Governance Forum (IGF) Italia 2018, al via dal 5 al 7 novembre a Roma nella sede dalla Luiss.</p> <p> </p> <p>L’obiettivo di IGF Italia 2018, nel cui <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/programma/" target="_blank">comitato di programma</a> siede anche AGID, è quello di condividere esperienze e identificare le questioni emergenti relative ai modelli di gestione del Web per portarle così all’attenzione degli organismi governativi e non.</p> <p> </p> <p>Come negli eventi internazionali, il Forum prevede anche un <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/files/2018/11/IGF-ITALIA-2018_Day-0.pdf">Day 0</a>, il 5 novembre, promosso da AGID: una giornata dedicata alla formazione dei giovani e di tutti gli interessati per spiegare i meccanismi di funzionamento della Rete e i processi che regolano lo sviluppo delle policy, con l’auspicio di migliorare la partecipazione della comunità nazionale italiana su questi temi e dare slancio all’iniziativa “Giovani IGF Italia”.</p> <p> </p> <p>Al termine dell'evento, verrà elaborato il report con le proposte emerse che sarà successivamente presentato all’IGF mondiale, in programma a Parigi dal 12 al 14 novembre.</p> <p> </p> <p>IGF Italia è stato organizzato adottando le <a href="http://www.intgovforum.org/multilingual/index.php?q=filedepot_download/3568/480" target="_blank">raccomandazioni</a> internazionali indicate dalle Nazioni Unite e segue i principi di trasparenza, inclusione, e partecipazione dal basso<strong> </strong>stilati da IGF globale.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>IGF e il ruolo di AGID</strong></p> <p> </p> <p>L’internet Governance Forum è una piattaforma di dibattito internazionale istituita nel 2006 dal Segretariato Generale delle Nazioni Unite, aperta ai governi, alle imprese, alla comunità tecnica e alla società civile, dove si discutono e approfondiscono le policy di gestione ed evoluzione di Internet con lo scopo di sensibilizzare la comunità mondiale su tali temi.</p> <p> </p> <p>Da quest’anno Agid ha acquisito un ruolo chiave all’interno dell’organismo entrando a far parte del <a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/content/mag-2018-members" target="_blank">Multistakeholder Advisory Group</a> (MAG) di IGF globale che opera sotto l’egida dell’ONU, un incarico che segna per la prima volta l’ingresso dell’Italia nel gruppo dei 50 membri che rappresentano i 193 Paesi aderenti alle Nazioni Unite.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><a href="http://igfitalia2018.luiss.it/" target="_blank">IGF Italia 2018</a></p> <p><a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/tags/about" target="_blank">IGF globale</a></p></div> Fri, 02 Nov 2018 18:34:23 +0000 flavia.gamberale 79577 at https://www.agid.gov.it Semplificazione Amministrativa: risultati raggiunti e prossimi passi del Tavolo Interoperabilità https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/31/semplificazione-amministrativa-risultati-raggiunti-prossimi-passi-del-tavolo <span>Semplificazione Amministrativa: risultati raggiunti e prossimi passi del Tavolo Interoperabilità</span> <span><span>erica.sirgiovanni</span></span> <span>Mer, 10/31/2018 - 17:55</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-31T16:28:39Z">31/10/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Il 30 e il 31 ottobre 2018, presso la sede dell’Agenzia per l’Italia Digitale, si è tenuto l’incontro: “Dalla semplificazione alla costruzione di un sistema di servizi per le imprese”, momento di confronto e discussione con gli stakeholders, sul tema della reingegnerizzazione dei processi autorizzativi.</p> <p> </p> <p>La due giorni ha permesso di presentare ai partecipanti una sintesi del percorso svolto dai diversi gruppi di lavoro che  fanno parte del Tavolo Interoperabilità - coordinato da AgID e composto da rappresentanti di Regioni, Comuni e Associazioni di Categoria - attraverso il quale si intende dare concretezza agli obiettivi indicati nell'Agenda per la Semplificazione. Il tavolo opera nell’ambito del progetto <a href="http://www.italiasemplice.gov.it/delivery-unit-nazionale/delivery-unit-nazionale/">“Delivery Unit</a>”, una task force per la semplificazione coordinata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della Funzione Pubblica</p> <p>I risultati conseguiti e condivisi dai tavoli di lavoro sono:</p> <p> </p> <p>- Trasformazione di 30 moduli unici nazionali in XML Schema e loro approvazione da parte della dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni-Autonomie locali (evidenziando la necessità di rafforzare l’azione di monitoraggio dell'uso sul territorio degli stessi schemi);</p> <p> - Diffusione delle metodiche  BPMN (Business Process Model and Notation), con la condivisione di un metodo per l’analisi dei processi  e con un alto livello di astrazione al fine di salvaguardare l’autonomia organizzativa dei soggetti che hanno la responsabilità della progettazione e dell’implementazione dei processi.</p> <p> </p> <p>A seguito del confronto tra i partecipanti sono stati definiti i prossimi passi dei gruppi di lavoro:</p> <p> </p> <p>- Prosecuzione delle attività di produzione degli XML Schema per i nuovi moduli unici nazionali che saranno definiti dal <em>gruppo di lavoro sui contenuti </em>e manutenzione di quanto prodotto;</p> <p> - Definizione di regole avanzate per la compilazione dei moduli al fine di migliorare la qualità dei dati e facilitare la presentazione delle domande da parte delle imprese;</p> <p> - Proseguimento dell’azione di formalizzazione dei processi a partire dai sistemi già realizzati attraverso i disegni BPMN che evidenzi le esigenze di comunicazione tra gli enti, dunque definizione delle “interfacce di servizio” in coerenza con il modello di interoperabilità definito dalle Linee guida di AgID.</p> <p> </p></div> Wed, 31 Oct 2018 16:55:18 +0000 erica.sirgiovanni 79576 at https://www.agid.gov.it Tecnologie emergenti e PA: focus su impatti e benefici alla riunione degli E-leader di OCSE https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/30/tecnologie-emergenti-pa-focus-impatti-benefici-riunione-degli-leader-ocse <span>Tecnologie emergenti e PA: focus su impatti e benefici alla riunione degli E-leader di OCSE</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mar, 10/30/2018 - 16:22</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-30T15:24:00Z">30/10/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Adozione e sviluppo delle nuove tecnologie d’Intelligenza artificiale e Blockchain da parte dei Paesi aderenti all'Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo. Questo il tema al centro della riunione OCSE, durante la quale è stato presentato il rapporto sullo stato dell’arte delle tecnologie emergenti nel settore pubblico a cura del gruppo tematico guidato da AGID</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>A che punto sono i Paesi Ocse nell’adozione e nello sviluppo delle nuove tecnologie d’Intelligenza artificiale e Blockchain? Quali le sfide e le opportunità legate al loro utilizzo all’interno della pubblica amministrazione?</p> <p> </p> <p>Di questo si è parlato a Seoul durante la riunione del gruppo di lavoro E-leader dell’ Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OCSE), a cui ha preso parte anche AGID.</p> <p> </p> <p>Argomenti di discussione: gli impatti dirompenti delle nuove tecnologie, l’importanza di una corretta gestione dei dati, considerati il vero motore dell’ Intelligenza Artificiale (IA), i contesti legali di riferimento, il contributo che le nuove tecnologie possono dare allo sviluppo di servizi sempre più incentrati sui reali bisogni dei cittadini.</p> <p> </p> <p>La giornata di lavoro è stata anche l’occasione per presentare il rapporto sullo stato dell’arte delle tecnologie emergenti nel settore pubblico, a cura dell’omonimo gruppo tematico OCSE guidato dall’Agenzia.</p> <p> </p> <p>Il documento offre una mappatura e una disamina approfondita delle prime strategie, degli investimenti e delle best practice realizzati dagli Stati OCSE per favorire l’utilizzo di IA e Blockchain nella Pubblica Amministrazione, prendendo in esame le politiche di 19 Paesi membri e della Commissione europea.</p> <p> </p> <p>Obiettivo del rapporto è quello di fornire un supporto conoscitivo e uno strumento d’analisi ai governi, nonché delineare prospettive future, attuali criticità e benefici relativi all’utilizzo di queste tecnologie emergenti nella pubblica amministrazione, che, se gestite attraverso politiche adeguate, possono sensibilmente migliorare la qualità dei servizi pubblici e il rapporto tra Stato e cittadini.</p> <p> </p> <p>Il gruppo tematico coordinato da AGID vede la partecipazione, oltre che dell’Italia, di Argentina, Australia, Canada, Cile, Colombia, Corea, Estonia, Finlandia, Messico, Nuova Zelanda, Olanda, Panama, Portogallo, Regno Unito, Slovenia, Spagna, Svezia, Uruguay e della Commissione europea.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p> </p> <p><a href="http://www.oecd.org/governance/eleaders/">OECD E-Leaders 2018 Seoul Meeting</a></p></div> Tue, 30 Oct 2018 15:22:31 +0000 flavia.gamberale 79574 at https://www.agid.gov.it Sicurezza: Infosec tra i migliori sistemi di analisi malware https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/29/sicurezza-infosec-i-migliori-sistemi-analisi-malware <span>Sicurezza: Infosec tra i migliori sistemi di analisi malware</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Lun, 10/29/2018 - 17:54</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-29T16:30:00Z">29/10/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>La piattaforma INFOSEC, sviluppata dal Computer Emergency Response Team della Pubblica Amministrazione (CERT-PA) di AGID, riceve un significativo riconoscimento tra gli addetti ai lavori</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Infosec è stata censita nella lista di strumenti (tools) e risorse “Awesome Malware Analysis” tra i migliori repository di analisi di malware (Malware Corpora) e tra i siti più affidabili da cui ricevere le liste di distribuzione per gli IoC (Indicatori di compromissione di sicurezza) (Related Awesome Lists).</p> <p> </p> <p>Questo <a href="https://github.com/rshipp/awesome-malware-analysis">elenco di strumenti e risorse</a> è liberamente e periodicamente redatto dalla comunità dei ricercatori internazionali con lo scopo di segnalare i migliori sistemi di analisi malware a livello globale.</p> <p> </p> <p>Infosec è uno strumento nato come supporto utile sia alla corretta valutazione delle minacce cibernetiche portate verso le infrastrutture informatiche sia nella gestione del controllo della sicurezza in fase di assessment, in conseguenza al rilascio di nuove vulnerabilità.</p> <p> </p> <p>Lo strumento fa parte delle iniziative e delle strategie che il CERT-PA sta attuando nell’ambito della prevenzione e della gestione degli incidenti di sicurezza informatici della Pubblica Amministrazione.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Il sito del <a href="https://www.cert-pa.it/">CERT-PA</a></p> <p>La piattaforma I<a href="https://infosec.cert-pa.it/">nfosec</a></p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/cert-pa" hreflang="it">CERT-PA</a></div> </div> Mon, 29 Oct 2018 16:54:33 +0000 angela.creta 79572 at https://www.agid.gov.it Appalti innovativi: Agid al Forum Ocse sul Public procurement per le PMI https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/26/appalti-innovativi-agid-al-forum-ocse-sul-public-procurement-pmi <span>Appalti innovativi: Agid al Forum Ocse sul Public procurement per le PMI</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mar, 10/30/2018 - 10:37</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-26T08:49:00Z">26/10/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Avvicinare le piccole medie imprese agli appalti pubblici, che attualmente costituiscono il 12% del prodotto interno lordo dei Paesi Ocse e rappresentano un volano per la crescita delle economie nazionali.</p> <p> </p> <p>Questo il tema al centro del <a href="http://www.oecd.org/gov/public-procurement/forum-agenda.pdf">Forum sul Public Procurement per le PMI</a> organizzato dall’Ocse a Parigi.</p> <p> </p> <p>Durante la giornata di lavoro, al quale ha preso parte anche Agid, si sono confrontate le politiche di innovazione di oltre 30 Paesi, in particolare in merito all’utilizzo degli appalti pubblici, e si è sottolineata l’importanza della partecipazione delle piccole medie imprese alle procedure di gara.</p> <p> </p> <p>Agid ha illustrato il lavoro compiuto nell’ambito dell’Action plan <a href="https://ec.europa.eu/futurium/en/urban-agenda">Agenda Digitale Urbana</a> in tema di innovation procurement, di cui è coordinatrice relativamente alla linea d’azione sull’innovation procurement broker, e i progetti  nazionali volti a promuovere gli appalti innovativi, considerati leva strategica per modernizzare processi e servizi della PA e stimolare l’innovazione di mercato.</p> <p> </p> <p>Approfondimenti:</p> <p> </p> <p><a href="http://www.oecd.org/gov/public-procurement/forum-agenda.pdf">Public Procurement Forum for SMEs: Small, Medium, Scalable</a></p> <p> </p> <p><a href="https://ec.europa.eu/futurium/en/urban-agenda">Action plan Agenda Digitale Urbana</a></p></div> Tue, 30 Oct 2018 09:37:07 +0000 flavia.gamberale 79573 at https://www.agid.gov.it Codice dei contratti pubblici: cosa cambia nelle procedure di acquisto e negoziazione https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/23/codice-contratti-pubblici-cosa-cambia-nelle-procedure-acquisto-negoziazione <span>Codice dei contratti pubblici: cosa cambia nelle procedure di acquisto e negoziazione</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mar, 10/23/2018 - 18:30</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-23T16:00:00Z">23/10/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Secondo quanto stabilito dall’articolo 40 del Codice dei contratti pubblici (Decreto legislativo del 18 aprile 2016, n. 50), dal 18 ottobre 2018, il digitale è l’unica modalità di comunicazione tra le amministrazioni o gli enti che esercitano la funzione di stazioni appaltanti e le imprese che partecipano alle gare.</p> <p> </p> <p>Per quanto riguarda il Documento unico di Gara Europea, è possibile utilizzare formati digitali non strutturati (e quindi diversi dall’XML), come ad esempio il formato pdf in conformità con le previsioni del Codice dell'Amministrazione Digitale.</p> <p> </p> <p>Le linee guida contenenti le regole tecniche per la predisposizione del DGUE nel formato strutturato (XML) saranno emanate da AGID a seguito dell’aggiornamento della Circolare n. 3 del 18 luglio 2016 da parte del Ministero per le Infrastrutture e i Trasporti.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Codice dei contratti pubblici, <a href="http://www.normattiva.it/atto/caricaDettaglioAtto?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2016-04-19&amp;atto.codiceRedazionale=16G00062&amp;queryString=%3FmeseProvvedimento%3D%26formType%3Dricerca_semplice%26numeroArticolo%3D%26numeroProvvedimento%3D50%26testo%3D%26annoProvvedimento%3D2016%26giornoProvvedimento%3D&amp;currentPage=1">Decreto Legislativo</a> n. 50 del 2016</p> <p><a href="https://trasparenza.agid.gov.it/archivio19_regolamenti_0_5354.html">Circolare AGID n. 3 del 2016</a> recante “Regole tecniche aggiuntive per garantire il colloquio la condivisione dei dati tra i sistemi telematici di acquisto e negoziazione”</p> <p><a href="http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2016/07/27/16A05530/sg">Circolare Ministero Infrastrutture e Trasporti n. 3 del 18 luglio 2016</a> “Linee guida per la compilazione del modello di formulario di Documento di gara unico europeo (DGUE)”</p> <p><a href="https://docs.italia.it/italia/piano-triennale-ict/codice-amministrazione-digitale-docs/it/v2017-12-13/">Codice dell'Amministrazione Digitale</a></p> <p><strong>Per informazioni</strong></p> <p>Inviare una mail a: <a href="mailto:eprocurement@agid.gov.it">eprocurement@agid.gov.it</a></p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/e-procurement" hreflang="it">e-procurement</a></div> </div> Tue, 23 Oct 2018 16:30:00 +0000 angela.creta 79477 at https://www.agid.gov.it Open data, online i riferimenti normativi e le linee guida di Regioni e Province autonome https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/22/open-data-online-i-riferimenti-normativi-linee-guida-regioni-province-autonome <span>Open data, online i riferimenti normativi e le linee guida di Regioni e Province autonome </span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Lun, 10/22/2018 - 16:36</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-22T14:36:00Z">22/10/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Il Portale nazionale dei dati aperti si arricchisce di una nuova pagina dedicata ai riferimenti normativi e alle linee guida per l’utilizzo degli open data delle Regioni italiane.</p> <p> </p> <p>L’area raccoglie le Leggi regionali di indirizzo sulle politiche di valorizzazione del patrimonio informativo pubblico e le Linee guida di attuazione delle Regioni e delle Province autonome.</p> <p> </p> <p>La pagina è stata costruita anche grazie ai contribuiti raccolti attraverso il questionario <strong><a href="https://www.dati.gov.it/content/monitoraggio">Indagine sul grado di maturità degli open data 2018</a>, </strong>promossa dalla Commissione europea, dove i diversi enti coinvolti nella rilevazione hanno comunicato il rispettivo stato di attuazione delle politiche sugli open data.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><strong><a href="http://www.dati.gov.it/">Portale nazionale dei dati aperti</a></strong></p> <p><strong><a href="https://www.dati.gov.it/content/riferimenti-normativi-linee-guida-regionali">Riferimenti normativi e linee guida regionali </a></strong></p> <p><strong><a href="https://www.dati.gov.it/content/monitoraggio">Indagine sul grado di maturità degli open data 2018</a></strong></p></div> Mon, 22 Oct 2018 14:36:00 +0000 flavia.gamberale 79476 at https://www.agid.gov.it Online le linee guida per le competenze digitali professionali e di e-leadership https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/15/online-linee-guida-competenze-digitali-professionali-leadership <span>Online le linee guida per le competenze digitali professionali e di e-leadership</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Lun, 10/15/2018 - 15:47</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-15T10:00:00Z">15/10/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Il percorso AGID di valorizzazione delle competenze digitali e di identificazione dei modelli di riferimento continua con l’aggiornamento delle “Linee Guida per la qualità delle competenze digitali nelle professionalità ICT” e la pubblicazione delle Linee guida per l’armonizzazione delle qualificazioni professionali, delle professioni e dei profili in ambito ICT e di e-leadership, dopo un periodo di consultazione di un mese che ha interessato tutti e tre i profili di indirizzo.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Le Linee guida sulle professioni ICT contengono importanti novità normative e tecniche, tra cui i nuovi profili dedicati alle professionalità ICT nel settore dell’informazione geografica e una mappatura delle terminologie utilizzate per i profili. Obiettivo delle linee guida è anche garantire una continuità evolutiva delle professionalità ICT ed il contesto di applicazione rispetto agli esistenti manuali operativi AgID.</p> <p> </p> <p>Con le “Linee guida per l’armonizzazione delle qualificazioni professionali, delle professioni e dei profili in ambito ICT” AGID mette a disposizione di Regioni, enti titolati e amministrazioni, uno strumento utile a comprendere la necessità di armonizzare le terminologie utilizzate (ad esempio nei repertori regionali), allineandosi ove possibile ai profili ICT nazionali recepiti nelle linee guida AgID.</p> <p> </p> <p>Le Linee guida di e-leadership, infine, forniscono un utile strumento per definire i principi e le strategie per la mappatura e la valorizzazione degli e-leader, la mappatura di possibili linee di intervento, la definizione di percorsi e strumenti per la progettazione formativa e linee guida specifiche per la misurazione di impatto. </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Linee guida per l’<a href="https://lg-competenzedigitali.readthedocs.io/it/latest/doc/competenze_specialistiche/lg-armonizzazione/lineeguida-armonizzazione.html">armonizzazione delle qualificazioni professionali</a>, delle professioni e dei profili in ambito ICT</p> <p>Linee guida per la qualità delle <a href="https://lg-competenzedigitali.readthedocs.io/it/latest/doc/competenze_specialistiche/lg-competenze/lineeguida-competenze.html">competenze digitali nelle professionalità</a> ICT</p> <p>Linee guida per le competenze di <a href="https://lg-competenzedigitali.readthedocs.io/it/latest/doc/competenze_e-leadership/index.html">e-leadership</a></p></div> Mon, 15 Oct 2018 13:47:44 +0000 angela.creta 79467 at https://www.agid.gov.it pagoPA: disponibile il nuovo avviso di pagamento analogico pagoPA con integrato il bollettino di Poste Italiane https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/15/pagopa-disponibile-il-nuovo-avviso-pagamento-analogico-pagopa-integrato-il <span>pagoPA: disponibile il nuovo avviso di pagamento analogico pagoPA con integrato il bollettino di Poste Italiane</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Lun, 10/15/2018 - 15:23</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-15T09:00:00Z">15/10/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Prosegue lo sviluppo di pagoPA con novità sulle modalità di pagamento.</p> <p>Il Bollettino di conto corrente postale è integrato all'interno del nuovo avviso di pagamento alle Pubbliche Amministrazioni e utilizzabile sia nei pagamenti attraverso canali fisici (gli uffici postali) o digitali.</p> <p> </p> <p>Con il nuovo avviso si semplifica la comunicazione tra cittadini e Pubblica Amministrazioni e le modalità di pagamento diventano più semplici. Il nuovo bollettino è più piccolo e facilmente consultabile, le informazioni importanti per pagarlo sono a portata di mano. Notevoli riduzioni, inoltre, e risparmio di carta sono previsti sul fronte delle spese di spedizione per le Pubbliche Amministrazioni.</p> <p> </p> <p>Gli Enti Creditori che intendono utilizzare il nuovo bollettino postale possono fare richiesta a Poste Italiane, per ottenere la necessaria Autorizzazione alla stampa in proprio.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Il sistema di pagamenti elettronici <a href="https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/pagopa ">pagoPA</a></p> <p>Maggiori informazioni sul sito di <a href="https://www.poste.it/paga-online.html?custadc=1476486522844-1476486522600&amp;wt.ac=1476486522844-1476486522600#come_cambia_il_bollettino_pa">Poste Italiane</a></p> <p> </p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/pagopa" hreflang="it">pagoPA</a></div> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/pagamenti-elettronici" hreflang="it">pagamenti elettronici</a></div> </div> Mon, 15 Oct 2018 13:23:24 +0000 angela.creta 79466 at https://www.agid.gov.it eIDAS: concluso il percorso di notifica europea, SPID diventerà un’identità digitale europea https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/02/eidas-concluso-il-percorso-notifica-europea-spid-diventera-unidentita-digitale <span>eIDAS: concluso il percorso di notifica europea, SPID diventerà un’identità digitale europea</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Lun, 10/15/2018 - 16:29</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-02T14:00:00Z">02/10/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Con la pubblicazione della Gazzetta ufficiale europea del 26 settembre 2018 entra nel vivo il percorso di previsto dal regolamento comunitario eIDAS per il riconoscimento dell’identità digitale come strumento di accesso ai servizi digitali delle pubbliche amministrazioni degli Stati membri.</p> <p> </p> <p>La notifica di SPID rende l’Italia uno dei primi Stati Membri a dotarsi di un sistema di autenticazione nazionale in linea con il Regolamento eIDAS e il primo a notificare un sistema guidato dal settore privato, così evidenziato anche dalle parole inviate dal Vice presidente della Commissione europea Andrus Ansip all’Agenzia per l’Italia Digitale a conclusione del percorso di notifica.</p> <p> </p> <p>La notifica europea di SPID, già oggetto di pubblicazione in Gazzetta europea del 10 settembre 2018, è integrata nella <a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?toc=OJ%3AC%3A2018%3A344%3ATOC&amp;uri=uriserv%3AOJ.C_.2018.344.01.0011.01.ENG">Gazzetta del 26 settembre</a> n. C 344/11, con l’indicazione corretta dei tre livelli oggetto di notifica - elevato, significativo e basso - corrispondenti ai tre livelli di accesso a SPID.</p> <p> </p> <p>Gli italiani saranno tra i primi cittadini dell’Unione a poter accedere con la loro identità digitale (eID) a servizi pubblici e privati online sul territorio di tutti gli Stati membri.  Entro settembre 2019 gli stati europei dovranno consentire accesso ai loro servizi digitali anche tramite l’Identità digitale italiana SPID.</p> <p> </p> <p>L’utilizzo delle identità digitali degli Stati Membri oltre il confine nazionale - sottolinea Ansip -  rappresenta un importante passo avanti nella realizzazione del Mercato Unico Digitale e nell’adozione di soluzioni digitali per semplificare la vita dei cittadini.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/EN/TXT/?toc=OJ%3AC%3A2018%3A344%3ATOC&amp;uri=uriserv%3AOJ.C_.2018.344.01.0011.01.ENG">Gazzetta Ufficiale Europea</a> del 26 settembre n. 344/11</p> <p>Percorso <a href="https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/eidas">eIDAS</a></p> <p>Sito del <a href="https://www.spid.gov.it">Sistema pubblico di identità digitale</a></p> <p> </p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/spid" hreflang="it">spid</a></div> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/eidas" hreflang="it">eidas</a></div> </div> Mon, 15 Oct 2018 14:29:06 +0000 angela.creta 79468 at https://www.agid.gov.it Cambia la burocrazia, usa l'Intelligenza! Al via il laboratorio IAGOV per portare innovazione nelle PA https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/10/01/cambia-burocrazia-usa-lintelligenza-al-il-laboratorio-iagov-portare-innovazione <span>Cambia la burocrazia, usa l&#039;Intelligenza! Al via il laboratorio IAGOV per portare innovazione nelle PA</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Lun, 10/01/2018 - 11:48</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-10-01T11:02:00Z">01/10/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Agid lancia un laboratorio e un programma di co-progettazione per favorire lo sviluppo di progetti d’Intelligenza Artificiale nelle amministrazioni pubbliche italiane. Al programma hanno già chiesto di partecipare quasi 100 tra imprese innovative e start up</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Nasce IAGOV, laboratorio di progetti, soluzioni e attività sperimentali volte a favorire la diffusione delle tecnologie di Intelligenza Artificiale nella Pubblica amministrazione italiana, facilitando la contaminazione tra Pa, imprese innovative, start up e centri di ricerca.</p> <p> </p> <p>Il laboratorio, promosso da AgID, è stato presentato a Roma in contemporanea con il lancio della call “Cambia la burocrazia, usa l’Intelligenza!”, programma di co-progettazione pubblico-privato pensato proprio per creare percorsi di open innovation nella pubblica amministrazioni e sviluppare progetti di Intelligenza Artificiale finalizzati a migliorare i processi interni e i servizi della PA, in linea con le <a href="https://libro-bianco-ia.readthedocs.io/it/latest/doc/raccomandazioni.html">raccomandazioni</a> del Libro bianco per l’Intelligenza artificiale al servizio del cittadino.</p> <p> </p> <p>Al programma, la cui gestione sarà al centro delle attività del laboratorio, hanno partecipato quasi 100 start up e imprese innovative, presentando progetti pilota che utilizzano tecniche di intelligenza artificiale specificamente rivolti al settore pubblico.</p> <p> </p> <p>Nei prossimi mesi Agid provvederà a selezionare le migliori progettualità e a supportare imprese e amministrazioni nell’iter di sviluppo, fornendo metodologie e competenze.</p> <p> </p> <p>Il laboratorio <a href="https://ia.italia.it/">IAGOV</a> e il programma di coprogettazione “<a href="https://ia.italia.it/openinnovation/#cambia">Cambia la burocrazia, usa l’Intelligenza!</a>” rappresentano la naturale evoluzione del percorso tracciato da Agid per promuovere la conoscenza e l’utilizzo di nuove tecnologie nelle PA italiane, dopo la nascita della <a href="https://ia.italia.it/task-force/">Task force IA </a>e la pubblicazione del <a href="https://ia.italia.it/assets/librobianco.pdf">Libro bianco per l’Intelligenza artificiale al servizio del cittadino</a>, il primo documento che fornisce indicazioni e raccomandazioni su come sfruttare l’IA per migliorare i servizi pubblici. </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p><a href="https://medium.com/@AgidGov/per-cambiare-la-burocrazia-sono-necessarie-tutte-le-intelligenze-naturali-e-artificiali-d25fab5e5a50">"Per cambiare la burocrazia sono necessarie tutte le intelligenze, naturali e artificiali"</a></p> <p><a href="https://ia.italia.it/">IAGOV</a></p> <p>“<a href="https://ia.italia.it/openinnovation/#cambia">Cambia la burocrazia, usa l’Intelligenza!</a>”</p> <p><a href="https://ia.italia.it/assets/librobianco.pdf">Libro bianco per l’Intelligenza artificiale al servizio del cittadino</a></p> <p><a href="https://ia.italia.it/task-force/">Task Force IA</a></p> <p> </p> <p> </p> <p> </p></div> Mon, 01 Oct 2018 09:48:42 +0000 flavia.gamberale 79274 at https://www.agid.gov.it Accessibilità: in vigore le nuove norme per siti web e app mobili delle amministrazioni https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/28/accessibilita-vigore-nuove-norme-siti-web-app-mobili-amministrazioni <span>Accessibilità: in vigore le nuove norme per siti web e app mobili delle amministrazioni</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Ven, 09/28/2018 - 09:31</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-28T07:00:00Z">28/09/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>È stata recepita anche in Italia la Direttiva dell’Unione Europea relativa all'accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili degli enti pubblici (Direttiva 2016/2102).</p> <p>Con l’entrata in vigore del <a href="https://www.agid.gov.it/it/decreto-legislativo-10-agosto-2018-n-106">Decreto legislativo n. 106 del 10 agosto 2018</a>, la disposizione entra nel vivo, aggiornando e modificando la Legge 9 gennaio 2004, n. 4 “Disposizioni per favorire l'accesso dei soggetti disabili agli strumenti informatici”, uno dei maggiori riferimenti in materia di accessibilità.</p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/accessibilita" hreflang="it">accessibilità</a></div> </div> <div class="field field--name-field-related-content field--type-entity-reference field--label-above u-padding-top-xxl"> <h3 class="field__label">Approfondisci</h3> <div class="field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/decreto-legislativo-10-agosto-2018-n-106" hreflang="it">Decreto legislativo 10 agosto 2018, n. 106 </a></div> </div> </div> Fri, 28 Sep 2018 07:31:00 +0000 angela.creta 79272 at https://www.agid.gov.it Piano Triennale: online la procedura di qualificazione per i servizi cloud Software as a Service https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/28/piano-triennale-online-procedura-qualificazione-i-servizi-cloud-software-service <span>Piano Triennale: online la procedura di qualificazione per i servizi cloud Software as a Service</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Ven, 09/28/2018 - 16:04</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-28T07:00:00Z">28/09/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Dal 26 settembre 2018 è presente nel marketplace, la piattaforma che espone i servizi e le infrastrutture qualificate da AGID, la prima infrastruttura di Cloud Service Provider CSP e i primi relativi servizi Infrastructure as a Service (IaaS) e Platform as a Service (PaaS).</p> <p> </p> <p>Diventa così attiva anche la procedura di qualificazione per i servizi cloud Software as a Service (SaaS). Entrambe le iniziative rappresentano ulteriori passi avanti all’interno del percorso delineato dalle circolari Agid n.2 dedicata alla qualificazione dei servizi CSP e n. 3 relativa ai servizi SaaS, entrambe del 9 aprile 2018.</p> <p> </p> <p>Sempre all’interno di tale percorso, dal 20 novembre 2018 le Amministrazioni potranno acquisire nuovi  servizi cloud qualificati esclusivamente nell'ambito del modello Cloud della Pubblica Amministrazione. I servizi cloud con contratti ancora in corso, invece, non hanno necessità di essere qualificati. </p> <p> All’interno del sito dedicato al <a href="https://cloud-pa.readthedocs.io/it/latest/">Cloud della PA</a> sono disponibili approfondimenti e informazioni sulla strategia nazionale del cloud nella Pubblica Amministrazione.</p> <p>Per informazioni è possibile scrivere a <a href="mailto:qualificazione-cloud@agid.gov.it" id="LPlnk646496">qualificazione-cloud@agid.gov.it</a></p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><a href="https://cloud.italia.it/marketplace/supplier/market/index.html">Marketplace</a> dedicato ai servizi Cloud qualificanti.</p> <p><a href="https://cloud.italia.it/marketplace/supplier/landing/landing_page.html">Procedura di qualificazione</a> per i servizi cloud Software as a Service (SaaS) </p> <p>Il <a href="https://cloud-pa.readthedocs.io/it/latest/">cloud </a>della PA</p></div> Fri, 28 Sep 2018 14:04:39 +0000 angela.creta 79273 at https://www.agid.gov.it Comunichiamo come comunicare i servizi digitali: nasce ComunicaItalia https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/27/comunichiamo-comunicare-i-servizi-digitali-nasce-comunicaitalia <span>Comunichiamo come comunicare i servizi digitali: nasce ComunicaItalia</span> <span><span>erica.sirgiovanni</span></span> <span>Gio, 09/27/2018 - 12:38</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-27T10:43:43Z">27/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p dir="ltr">#ComunicaItalia: Linee Guida e kit grafici per supportare le pubbliche amministrazioni nella promozione dei servizi digitali  </p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p dir="ltr">Come spiegare ai cittadini quali sono i vantaggi di Spid (il sistema pubblico di identità digitale)? O le possibilità create dall’utilizzo dei servizi digitali offerti da Regioni e Comuni? Quali sono le campagne di comunicazione, marketing e storytelling più efficaci per promuoverne la conoscenza e l’utilizzo da parte di cittadini di tutte le età?</p> <p dir="ltr"> </p> <p dir="ltr">A queste e altre domande risponde #ComunicaItalia: il nuovo sito dedicato a comunicatori, addetti stampa e social media manager, che nasce per sensibilizzare i professionisti della comunicazione pubblica al valore che assume la promozione dei servizi digitali nel percorso di trasformazione della pubblica amministrazione italiana.</p> <p dir="ltr"> </p> <p dir="ltr">Sul sito <a href="http://comunica.italia.it">comunica.italia.it</a> i professionisti della comunicazione troveranno le Linee Guida di Promozione dei Servizi Digitali focalizzate su <a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/doc/marketing.html#">Marketing</a> - in consultazione pubblica su <a href="https://forum.italia.it/c/documenti-in-consultazione/lg-marketing">Forum Italia</a> fino al 27 ottobre - <a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/doc/promozione-servizi-digitali.html">Comunicazione</a> e <a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/doc/storytelling.html">Storytelling</a>, recentemente aggiornate grazie a commenti e alle integrazioni ricevute nel corso dei mesi di consultazione.</p> <p dir="ltr">Oltre le Linee Guida, sul sito, è possibile scaricare un primo <a href="http://comunica.italia.it/kit">Kit grafico,</a> dedicato a Spid, composto da un format con elementi definiti che le pubbliche amministrazioni potranno personalizzare secondo le proprie esigenze di promozione.</p> <p>Il progetto #ComunicaItalia - in continuo aggiornamento - prevede una roadmap di rilasci futuri che permetteranno, nel tempo, di costruire in modalità collaborativa un vero e proprio “cassetta degli attrezzi”, che conterrà strumenti pratici in grado di rispondere ai bisogni di promozione espressi dalle amministrazioni.</p> <p dir="ltr"> </p> <p dir="ltr"><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Il sito <a href="http://comunica.italia.it/">Comunica Italia</a></p> <p dir="ltr"><a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/index.html">Linee guida per la promozione dei servizi digitali</a></p> <p dir="ltr"> </p> <p dir="ltr"><strong>Partecipa alla consultazione</strong></p> <p dir="ltr">Le Linee Guida di Marketing sono pubblicate su<a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/doc/marketing.html"> Docs Italia</a> ed è possibile commentarle su <a href="https://forum.italia.it/c/documenti-in-consultazione/lg-marketing">Forum Italia</a> fino al 27 ottobre 2018.  </p> <p dir="ltr"> </p> <p> </p></div> Thu, 27 Sep 2018 10:38:17 +0000 erica.sirgiovanni 79270 at https://www.agid.gov.it Appalti innovativi: firmato Protocollo d'intesa Agid-Confindustria- Regioni https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/20/appalti-innovativi-firmato-protocollo-dintesa-agid-confindustria-regioni <span>Appalti innovativi: firmato Protocollo d&#039;intesa Agid-Confindustria- Regioni</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Gio, 09/20/2018 - 10:40</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-20T08:30:00Z">20/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Il protocollo prevede una serie di iniziative per incentivare la partecipazione delle imprese alle procedure di gara innovative introdotte dal Codice dei Contratti. Obiettivo: favorire la transizione verso un sistema strategico di appalti pubblici che garantisca risparmi alla PA e valorizzi competenze e capacità d'innovazione degli operatori economici.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Promuovere una migliore conoscenza e l’utilizzo degli appalti innovativi previsti dalla legislazione nazionale e comunitaria, favorendo la transizione verso un sistema strategico di appalti pubblici, digitale e intelligente, funzionale alla crescita del Sistema Paese. Questo è l’obiettivo del Protocollo d’intesa sottoscritto da Confindustria, AGID e Conferenza delle Regioni, con la collaborazione di Itaca (Istituto per l’innovazione e la trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale).</p> <p> </p> <p> L’utilizzo degli appalti pre-commerciali e di altri istituti del Codice dei Contratti, come il partenariato per l’innovazione, il dialogo competitivo, la procedura competitiva con negoziazione, consentono alle Pubbliche amministrazioni di cambiare approccio verso il mercato. Questi strumenti favoriscono, infatti, un dialogo aperto con le imprese e con il mondo della ricerca, permettono procedure di acquisto più agili, nonché risparmi di spesa e lasciano agli operatori economici la libertà di proporre risposte differenti e multidisciplinari ai fabbisogni d’innovazione della PA, valorizzando competenze e professionalità.</p> <p> </p> <p> Nel Protocollo, Confindustria, AGID e Conferenza delle Regioni/Itaca individuano una serie di azioni, tra cui percorsi di formazione e sensibilizzazione, oltre che attività di supporto tecnico operativo, per incentivare la partecipazione delle imprese alle procedure di gara e migliorare la capacità degli operatori di mercato di rispondere alle esigenze d’innovazione espresse dalle Pubbliche amministrazioni, anche nell’ottica di ottimizzare la spesa pubblica. Un cambiamento strategico, più volte sollecitato anche dalla Commissione europea, che riconosce gli effetti e la rilevanza della domanda pubblica, espressa tramite gli appalti quale fattore di stimolo degli investimenti dell’economia reale.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/comunicato_stampa_congiunto_confindustria_agid_conferenza_regioni_e_province_autonome.pdf">Comunicato stampa</a></p> <p> </p> <p> </p></div> <div class="field field--name-field-repository-files field--type-entity-reference field--label-above u-padding-top-xxl"> <h3 class="field__label">Allegati</h3> <div class="field__items--custom"> <div class="field__item"> <div class="file file--type-document file--mimetype-application-pdf file--view-mode-inside-content-page"> <div class="content"> <div class="field field--name-field-title field--type-string field--label-hidden field__item"><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/protocollo_domanda_di_innovazione_per_la_pubblicazione_0.pdf">Protocollo d’intesa per l’individuazione delle strategie per potenziare il ruolo della domanda pubblica come leva d’innovazione</a></div> <div class="field field--name-filemime field--type-string field--label-hidden Icon Icon-file field__item application/pdf"></div> </div> </div> <br> </div> </div> </div> <div class="field field--name-field-related-content field--type-entity-reference field--label-above u-padding-top-xxl"> <h3 class="field__label">Approfondisci</h3> <div class="field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/agenzia/programmi-nazionali/innovazione-del-mercato" hreflang="it">Innovazione del mercato</a></div> </div> </div> Thu, 20 Sep 2018 08:40:27 +0000 flavia.gamberale 79266 at https://www.agid.gov.it Internet governance: al via i webinar in vista di Igf Italia 2018 https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/19/internet-governance-al-i-webinar-vista-igf-italia-2018 <span>Internet governance: al via i webinar in vista di Igf Italia 2018</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mer, 09/19/2018 - 16:26</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-19T14:29:00Z">19/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Agid ed il Comitato di Programma IGF Italia 2018 organizzano ad ottobre due webinar per spiegare i meccanismi di funzionamento della Rete, in previsione dell’Igf Italia 2018 che si svolgerà a Roma dal 5 al 7 novembre. Prorogata la <em>call for workshop proposals</em> sui temi dell’Internet Governance</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Webinar mirati e <em>call for workshop proposals.</em></p> <p>In vista dell’Internet Governance Forum Italia 2018, che si terrà a Roma dal 5 al 7 novembre presso la sede della Luiss, si moltiplicano le iniziative per creare conoscenza e consapevolezza attorno ai temi della governance della Rete.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>I webinar</strong></p> <p>L’8 e il 12 ottobre saranno organizzati due webinar per spiegare cos’è e come funziona l’Internet Governance. In particolare durante i webinar, a cui interverranno esperti di settore nazionali e internazionali, si approfondirà la storia di Internet e delle sue principali componenti (infrastruttura, standard e protocolli), si parlerà di <a href="http://registro.it" target="_blank">registro.it</a> e della struttura e delle funzioni dell’Internet Governance Forum. Scopo dell’iniziativa è quello di garantire una partecipazione più attiva e consapevole all’evento IGF italiano di novembre. Le modalità di registrazione al  webinar ed i dettagli sul programma saranno resi noti a breve a <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/partecipa/partecipa-ai-webinar/" target="_blank">questo link</a>.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>La call for workshop</strong></p> <p>È stata, invece, prorogata fino al 30 settembre la call per presentare le proposte di workshop sui temi e sulle policy Internet Governance da discutere nel corso di IGF Italia 2018. Entro questa data cittadini, istituzioni, Università, centri di ricerca e imprese potranno suggerire la loro idea nell’ambito dei <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/files/2018/08/IGF-ITALIA-2018-tabella-dei-temi-e-sottotemi.pdf" target="_blank">temi e sottotemi</a>, che includono anche le indicazioni emerse durante la consultazione pubblica sull’ Internet Governance svoltasi in Italia ad aprile scorso.</p> <p>Le migliori proposte di workshop saranno inserite nel programma IGF Italia 2018.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Igf e il ruolo di Agid</strong></p> <p>L’internet Governance Forum è un luogo d’incontro promosso dal Segretario generale delle Nazioni unite e aperto ai governi, alle imprese, alla comunità tecnica e alla società civile dove si discutono e approfondiscono tutte le tematiche legate alla governance della Rete. Da quest’anno Agid ha acquisito un ruolo chiave all’interno dell’organismo entrando a far parte del Multistakeholder Advisory Group (MAG) di Igf globale che opera sotto l’egida dell’ONU.</p> <p> </p> <p><strong> </strong></p> <p><strong>Approfondimenti: </strong></p> <p><a href="http://www.isoc.it/igfitalia" target="_blank">Igf Italia</a></p> <p><a href="http://igfitalia2018.luiss.it/partecipa/partecipa-ai-webinar/" target="_blank">Iscriviti ai webinar</a></p> <p><a href="http://igfitalia2018.luiss.it/partecipa/" target="_blank">Call for workshop IGF Italia 2018</a></p></div> Wed, 19 Sep 2018 14:26:53 +0000 flavia.gamberale 79265 at https://www.agid.gov.it OT11-OT2: il catalogo delle esperienze si apre ai contributi delle Pubbliche amministrazioni https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/17/ot11-ot2-il-catalogo-esperienze-si-apre-ai-contributi-pubbliche-amministrazioni <span>OT11-OT2: il catalogo delle esperienze si apre ai contributi delle Pubbliche amministrazioni</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Lun, 09/17/2018 - 16:39</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-17T14:39:00Z">17/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Le PA possono segnalare i progetti realizzati e in corso di realizzazione a valere sui fondi OT11-OT2 per il rafforzamento della capacità amministrativa e della digitalizzazione. Il catalogo nasce con l’obiettivo di condividere esperienze e best practice</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Il catalogo delle esperienze OT11-OT2 si apre al contributo delle pubbliche amministrazioni centrali e locali.</p> <p> </p> <p>Da oggi le PA possono segnalare al Comitato di pilotaggio gli interventi realizzati e in corso di realizzazione nell’ambito del ciclo di programmazione europea 2014-20 sui temi del rafforzamento della capacità amministrativa (OT11) e della digitalizzazione (OT2), affinchè se ne dia visibilità all’interno del catalogo.</p> <p> </p> <p>Obiettivo del catalogo è quello di facilitare il confronto tra le amministrazioni e lo scambio di conoscenze, permettendo il riuso dei progetti e il trasferimento delle buone pratiche.</p> <p> </p> <p>Il catalogo è realizzato senza alcuna finalità di valutazione e si alimenterà su base volontaria. Oltre a essere disponibili online, le esperienze raccolte potranno essere condivise in attività congiunte, seminari e visti di studio. Possono segnalare i progetti sia le amministrazioni regionali e centrali titolari degli interventi sia i soggetti beneficiari.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><a href="http://ot11ot2.it/comitato-di-pilotaggio/catalogo-esperienze">Catalogo delle esperienze OT11-OT2</a></p> <p> </p> <p><a href="http://www.ot11ot2.it/">OT11-OT2 · Rafforzamento della CAPACITÀ AMMINISTRATIVA e DIGITALIZZAZIONE della PA</a></p></div> Mon, 17 Sep 2018 14:39:03 +0000 flavia.gamberale 79264 at https://www.agid.gov.it Online la traduzione italiana delle linee guida internazionali per l’accessibilità dei contenuti digitali https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/14/online-traduzione-italiana-linee-guida-internazionali-laccessibilita-contenuti <span>Online la traduzione italiana delle linee guida internazionali per l’accessibilità dei contenuti digitali</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Ven, 09/14/2018 - 13:06</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-14T11:00:00Z">14/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>È dell’Italia la prima traduzione ufficiale al mondo del nuovo standard del World Wide Web Consortium (W3C), per garantire a tutti l'accesso dei contenuti web e mobile, frutto del gruppo di lavoro italiano a cui ha partecipato l’Agenzia per l’Italia Digitale.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Il W3C ha aggiornato, dopo dieci anni, le linee guida internazionali per l'accessibilità dei contenuti Web (WCAG) per garantire a tutti gli utenti l’accessibilità dei siti web e delle applicazioni mobili. La nuova versione ufficiale del documento di indirizzo “WCAG 2.1” è stata pubblicata il 5 giugno 2018 ed è parte integrante della norma tecnica europea che definisce gli obblighi di accessibilità di servizi e prodotti ICT.</p> <p> </p> <p>A contribuire alla prima traduzione ufficiale al mondo, il gruppo di lavoro italiano composto da associazioni, imprese e pubbliche amministrazioni, tra cui AGID, ha agevolato così il recepimento della <a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/TXT/?uri=CELEX:32016L2102">Direttiva europea</a> per l'Accessibilità web e mobile e all'aggiornamento normativo italiano.</p> <p> </p> <p>La <a href="https://www.w3.org/Translations/WCAG21-it/">traduzione italiana</a> è disponibile sul sito del consorzio mondiale W3C.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti </strong></p> <p>Linee guida per l'<a href="https://www.w3.org/TR/WCAG21/">accessibilità dei contenuti Web</a> WCAG 2.1</p> <p> </p> <p>Norma tecnica europea <a href="https://www.etsi.org/deliver/etsi_en/301500_301599/301549/02.01.02_60/en_301549v020102p.pdf">Requisiti di Accessibilità per i prodotti e i servizi</a> ICT EN 301 549 V. 2.1.2</p> <p> </p> <p> </p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/accessibilita" hreflang="it">accessibilità</a></div> </div> Fri, 14 Sep 2018 11:06:08 +0000 angela.creta 79263 at https://www.agid.gov.it Innovazione digitale: riprende il ciclo di webinar. Il punto sull’e-procurement https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/11/innovazione-digitale-riprende-il-ciclo-webinar-il-punto-sulle-procurement <span>Innovazione digitale: riprende il ciclo di webinar. Il punto sull’e-procurement</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mar, 09/11/2018 - 09:43</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-11T07:30:00Z">11/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Riprende la seconda fase del ciclo di programmazione dei webinar dedicati alla digitalizzazione della Pubblica amministrazione. Fino alle ore 11.30 dell’11 settembre 2018 è possibile iscriversi all’appuntamento "eProcurement: i processi di innovazione per le pubbliche amministrazioni e per le imprese".</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Con il webinar dedicato agli strumenti di service design utili a progettare servizi efficaci e inclusivi, secondo le linee guida e i kit di Designers del <a href="http://eventipa.formez.it/node/155737">4 settembre</a> 2018, riprende il ciclo delle iniziative volte ad approfondire gli aspetti strategici della trasformazione digitale pubblica.</p> <p> </p> <p>Il webinar dell’11 settembre segue il <a href="http://eventipa.formez.it/node/156537">percorso innovativo </a>dell'e-Procurement nell'ordine di presentazione dei progetti CEF. Nel corso dell'evento, verrà presentata una panoramica sulle novità introdotte dal Codice degli appalti e dalla Strategia per la riforma del sistema degli appalti pubblici, gli indirizzi tecnologici europei in ambito eProcurement e i servizi previsti dall’Unione europea per l’implementazione del Single Market.</p> <p> </p> <p>Il webinar, infine, è l'occasione per illustrare il progetto Italian Interoperable eProcurement - <a href="https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/procurement/progetto-cef-iiep">IIeP</a>. Il progetto, finanziato dalla Commissione europea e coordinato dall’AgID, nasce con l’obiettivo di integrare il servizio europeo eCertis con SIMOG e le piattaforme di eProcurement nazionali, in conformità agli indirizzi di innovazione dei contratti pubblici dettati dalle Direttive europee 2014/25/UE, 2014/24/UE e 2014/23/UE.</p> <p> </p> <p>Il seminario online si inserisce all'interno del ciclo di webinar dedicati all<a href="http://eventipa.formez.it/progetto-formez-dettaglio-ms/17436" target="_blank">'Innovazione digitale</a> organizzato in collaborazione da Formez PA ed AGID. </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>I <a href="http://eventipa.formez.it/progetto-formez-dettaglio-ms/17436">webinar </a>del ciclo "Innovazione digitale".</p></div> Tue, 11 Sep 2018 07:43:20 +0000 angela.creta 79209 at https://www.agid.gov.it Al via la manifestazione di interesse per supportare la migrazione dal dominio “.gov.it” https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/10/al-manifestazione-interesse-supportare-migrazione-dal-dominio-govit <span>Al via la manifestazione di interesse per supportare la migrazione dal dominio “.gov.it”</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Lun, 09/10/2018 - 18:43</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-10T16:00:00Z">10/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Fino al 28 settembre 2018, gli operatori economici interessati possono partecipare alla manifestazione di interesse che l’Agenzia ha avviato per supportare gli istituti scolastici e gli enti territoriali interessati dal passaggio dal dominio “.gov.it” al dominio “.edu.it” e al dominio “.it”.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>La manifestazione è rivolta agli Internet Service Provider (ISP) che già forniscono servizi di gestione dei domini internet alle amministrazioni cui si rivolge la <a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/36_-_dt_dg_n._36_-_12_feb_2018_-_riorganizzazione_dominio_gov_22.12.2017_003_1_4.pdf">determina AGID n. 36/2018</a> “Riordino del dominio .gov.it”, al fine di fornire supporto operativo sia agli istituti scolastici sia agli enti territoriali.</p> <p>I service provider interessati si impegnano a fornire gratuitamente, per il periodo residuo dei contratti in essere, tutti i servizi volti a supportare il passaggio dei nomi a dominio.</p> <p> </p> <p>L’iniziativa si inserisce nel più ampio percorso tracciato dalla determina n. 36/2018, volto alla razionalizzazione della presenza su internet della Pubblica amministrazione, e mira a consentire una gestione chiara, efficace e sicura dei siti delle Amministrazioni.</p> <p> </p> <p>La manifestazione rappresenta un ulteriore passo nell’ambito delle iniziative congiunte a supporto delle amministrazioni interessate, portate avanti da AGID, dal <a href="http://www.miur.gov.it/nuovo-dominio-edu.it">Ministero dell’Istruzione</a>, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e dal <a href="https://www.nic.it/news/edu-it-scuole-italiane-hanno-nuova-identit%C3%A0-rete">Consiglio</a> nazionale delle Ricerche (CNR).</p> <p> </p> <p>Il termine per la presentazione delle proposte è il 28 settembre, in coerenza con la data individuata dal CNR per l’avvio delle registrazioni dei domini “edu.it” (20 settembre 2018), al fine di consentire a istituzioni scolastiche ed enti territoriali coinvolti di disporre, già dall’inizio del mese di ottobre, di un elenco di tutti i Provider che si saranno impegnati a fornire a titolo gratuito tutti i servizi richiesti per la migrazione dei domini.</p> <p> </p> <p><strong>APPROFONDIMENTI</strong></p> <p> </p> <p><strong>Come presentare la domanda</strong></p> <p>Per partecipare alla manifestazione di interesse, gli operatori economici possono inviare la proposta all’indirizzo PEC <a href="mailto:protocollo@pec.agid.gov.it">protocollo@pec.agid.gov.it</a> entro e non oltre il 28/09/2018.</p> <p>L’e-mail certificata deve avere come oggetto: <em>“Manifestazione di interesse per la fornitura di servizi connessi alla migrazione al dominio edu.it per tutti gli istituti scolastici e al dominio .it per gli enti territoriali attualmente sotto dominio gov.it”</em></p> <p> </p> <p><strong>Maggiori Informazioni</strong></p> <p>Per informazioni riguardanti la procedura è possibile inviare un’e-mail al Referente della procedura all’indirizzo: <a href="mailto:dominiogov@pcert.agid.gov.it">dominiogov@pcert.agid.gov.it</a>.</p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/dominio-govit" hreflang="it">dominio .gov.it</a></div> </div> <div class="field field--name-field-repository-files field--type-entity-reference field--label-above u-padding-top-xxl"> <h3 class="field__label">Allegati</h3> <div class="field__items--custom"> <div class="field__item"> <div class="file file--type-document file--mimetype-application-pdf file--view-mode-inside-content-page"> <div class="content"> <div class="field field--name-field-title field--type-string field--label-hidden field__item"><a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/manifestazioneinteresse_7set2018_uv.pdf">Manifestazione di interesse per la fornitura di servizi connessi alla migrazione al dominio edu.it per tutti gli istituti scolastici e al dominio .it per gli enti territoriali attualmente sotto dominio gov.it</a></div> <div class="field field--name-filemime field--type-string field--label-hidden Icon Icon-file field__item application/pdf"></div> <div class="field field--name-field-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-10T12:00:00Z">10/09/2018</time> </div> </div> </div> </div> <br> </div> </div> </div> Mon, 10 Sep 2018 16:43:19 +0000 angela.creta 79208 at https://www.agid.gov.it Indice PA: parte la consultazione delle nuove Linee Guida https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/07/indice-pa-parte-consultazione-nuove-linee-guida <span>Indice PA: parte la consultazione delle nuove Linee Guida</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Ven, 09/07/2018 - 17:33</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-07T15:35:00Z">07/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Fino all’8 ottobre 2018 è possibile suggerire su Forum Italia commenti e integrazioni al documento che definisce le nuove regole tecniche dell’indice PA, l'archivio ufficiale degli Enti pubblici e dei Gestori di pubblici servizi. Le linee guida recepiscono le previsioni del Codice dell'Amministrazione Digitale sul domicilio digitale.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Sono in consultazione fino all’8 ottobre su Forum Italia le Linee guida sull’<a href="https://www.indicepa.gov.it/documentale/index.php">Indice PA</a>, l'archivio ufficiale degli Enti pubblici e dei Gestori di pubblici servizi.</p> <p> </p> <p>Le linee guida, realizzate da Agid, definiscono principalmente:</p> <p> </p> <p>·       Le informazioni standard che le Pa dovranno inserire all’interno dell’indice, tra cui l’indicazione del proprio domicilio digitale, così come previsto dal CAD (art. 6 ter)</p> <p>·       Le regole tecniche che le Pa dovranno seguire per pubblicare i propri riferimenti</p> <p>·       Le modalità di gestione dei contenuti informativi all’interno dell’archivio</p> <p> </p> <p><strong>Esiti della consultazione</strong></p> <p>I risultati della consultazione pubblica on line saranno presi in considerazione dall’Agenzia per l’Italia Digitale per l’aggiornamento delle Linee Guida e delle successive integrazioni.</p> <p> </p> <p><strong>Destinatari</strong></p> <p>I destinatari principali di questa consultazione sono: le pubbliche amministrazioni e i gestori di pubblici servizi.</p> <p> </p> <p><strong>Obiettivo della consultazione</strong></p> <p>Arricchire il perimetro di indicazioni suggerimenti e proposte, redatte in modalità collaborativa.</p> <p> </p> <p><strong>Come partecipare</strong></p> <p>Le <a href="https://lineeguida-ipa.readthedocs.io/it/latest/index.html">Linee guida</a> sono pubblicate su Docs Italia ed è possibile commentarle su <a href="https://forum.italia.it/c/documenti-in-consultazione/linee-guida-ipa">Forum Italia</a> fino all’8 ottobre 2018</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p><a href="https://lineeguida-ipa.readthedocs.io/it/latest/index.html">Linee guida dell’indice dei domicili digitali delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi</a></p> <p><a href="https://forum.italia.it/c/documenti-in-consultazione/linee-guida-ipa">Forum Italia</a></p> <p><a href="https://www.indicepa.gov.it/documentale/index.php">Indice PA</a></p></div> Fri, 07 Sep 2018 15:33:00 +0000 flavia.gamberale 79207 at https://www.agid.gov.it Innovazione contratti pubblici: al via i workshop del progetto IIeP per l’interoperabilità dei criteri di partecipazione alle gare https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/09/07/innovazione-contratti-pubblici-al-i-workshop-del-progetto-iiep-linteroperabilita <span>Innovazione contratti pubblici: al via i workshop del progetto IIeP per l’interoperabilità dei criteri di partecipazione alle gare</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Ven, 09/07/2018 - 17:23</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-09-07T15:24:00Z">07/09/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Continua il percorso di coordinamento dell’Agenzia per l’Italia Digitale per migliorare l’accesso alle procedure di appalto degli operatori economici, grazie all’interoperabilità tra sistema di monitoraggio gare (SIMOG) dell’Autorità Nazionale Anticorruzione e “eCertis” il servizio europeo per la normalizzazione dei criteri di partecipazione nel mercato unico europeo.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Dall’ 11 settembre 2018 prende il via il ciclo di workshop per illustrare a pubbliche amministrazioni, piccole medie imprese e operatori del settore i risultati del progetto <a href="https://ec.europa.eu/inea/en/connecting-europe-facility/cef-telecom/2015-it-ia-0108">"Italian Interoperable eProcurement" (IIeP)</a></p> <p> </p> <p>Il progetto, finanziato dalla Commissione europea e coordinato dall’AgID, nasce con l’obiettivo di integrare il servizio europeo eCertis  con SIMOG e le piattaforme di eProcurement nazionali, in conformità agli indirizzi di innovazione dei contratti pubblici dettati dalle Direttive europee 2014/25/UE, 2014/24/UE e 2014/23/UE.</p> <p> </p> <p>Tra i partner del progetto: l’Autorità Nazionale Anticorruzione, Consip, Intercent-ER e InVerso, che insieme all’AgID hanno organizzato un calendario d’incontri per fare il punto della situazione e spiegare come il lavoro di adeguamento tecnico svolto dall’Agenzia contribuisca a migliorare le possibilità degli operatori economici di partecipare alle procedure di appalto in tutto il mercato unico europeo.</p> <p> </p> <p>Questi gli incontri previsti:</p> <p> </p> <ul><li>11/09/2018 - 12.00 - 13.30 <a href="http://eventipa.formez.it/node/156537">webinar</a> " eProcurement: i processi di innovazione per le pubbliche amministrazioni e per le imprese" </li> <li>21/09/2018 - <a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/eprocurement-bari-iiep_0.pdf">Programma</a> evento Eprocurement: i processi di innovazione per le Pubbliche Amministrazioni e per le imprese (organizzato da AGID in collaborazione con Regione Puglia ed InnovaPuglia) Bari - sede Regione Puglia, Lungomare N. Sauro 45/47</li> <li>24/09/2018 - 11.00 - 13.00  <a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/20180921_agenda_workshop_24_settembre_2018_final.pdf">Programma</a> evento "e-Procurement: Interoperabilità dei criteri di partecipazione alle gare" organizzato da ANAC in collaborazione con AGID - Sede ANAC, Via Marco Minghetti 10, Sala conferenze</li> <li>26/09/2018 - 10.00 - 13.00 <a href="https://www.agid.gov.it/sites/default/files/repository_files/20180921_agenda_workshop_26_settembre_2018_final.pdf">Programma</a> evento "e-Procurement: Interoperabilità dei criteri di partecipazione alle gare", sede AGID, Via Liszt 21, sala Pirelli</li> <li>28/09/2018 - 10.30 - 12.30 <a href="https://www.acquistinretepa.it/opencms/opencms/scheda_evento.html?idEvento=1-23M6TI">webinar</a> "Integrazione di e-Certis con SIMOG e le piattaforme di eProcurement nazionali"</li> </ul><p>Il calendario degli incontri è in costante aggiornamento.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p><a href="https://ec.europa.eu/inea/en/connecting-europe-facility/cef-telecom/2015-it-ia-0108">"Italian Interoperable eProcurement" (IIeP)</a></p> <p> </p></div> Fri, 07 Sep 2018 15:23:11 +0000 flavia.gamberale 79206 at https://www.agid.gov.it Stress da burocrazia? Usa l’Intelligenza: al via la call per percorsi di Open innovation con PA https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/08/28/stress-burocrazia-usa-lintelligenza-al-call-percorsi-open-innovation-pa <span>Stress da burocrazia? Usa l’Intelligenza: al via la call per percorsi di Open innovation con PA</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mar, 08/28/2018 - 18:25</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-08-28T16:36:00Z">28/08/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Al via la call “Cambia la burocrazia. Usa l’Intelligenza!” destinata alle imprese innovative per promuovere percorsi di open innovation tra amministrazioni e aziende, volti alla modernizzazione di processi, servizi e prodotti della Pubblica amministrazione attraverso l'Intelligenza Artificiale</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>“Usa l’Intelligenza” è un programma di co-progettazione, promosso da AGID dedicato ad imprese innovative che utilizzino l’Intelligenza Artificiale come tecnologia portante della propria offerta di servizi. Obiettivo finale del percorso è, per le imprese innovative, di aiutarci a cambiare come lavorano le pubbliche amministrazioni, proponendo soluzioni che possono migliorare i processi interni ed i servizi al cittadino.  </p> <p>Per partecipare al progetto, le imprese innovative interessate hanno tempo fino al 15 settembre 2018 rispondendo al questionario “Cambia la burocrazia. Usa l’Intelligenza” sul <a href="https://ia.italia.it/">sito</a> della task force IA. </p> <p> </p> <p>Il programma partirà a metà settembre con un evento di lancio durante il quale entrare in contatto con Pubbliche amministrazioni, aziende ed enti di ricerca per confrontarsi e proporre idee progettuali per rispondere alle sfide proposte da AGID, analizzate anche nel <a href="https://ia.italia.it/assets/librobianco.pdf">Libro bianco</a> sull’Intelligenza Artificiale al servizio del cittadino realizzato dalla task force IA.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p>Partecipa a <a href="https://treeform.typeform.com/to/rL7BDf">“Cambia la burocrazia. Usa l’Intelligenza!” </a></p> <p>Leggi il <a href="https://ia.italia.it/assets/librobianco.pdf">Libro Bianco sull’Intelligenza Artificiale al servizio del cittadino </a></p></div> Tue, 28 Aug 2018 16:25:11 +0000 flavia.gamberale 59385 at https://www.agid.gov.it Internet governance forum, al via call for contributions sui temi della cybersecurity https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/08/22/internet-governance-forum-al-call-contributions-sui-temi-cybersecurity <span>Internet governance forum, al via call for contributions sui temi della cybersecurity</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mer, 08/22/2018 - 16:36</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-08-22T14:43:00Z">22/08/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Che importanza riveste la Cybersecurity nell’agenda digitale italiana? Quali sono le norme e le procedure nazionali  per garantire la sicurezza dei dati informatici? Quali gli esempi di successo? Quali i margini di miglioramento?</p> <p> </p> <p>Queste alcune delle domande che la Best Practice Forum del <em>Multi-stakeholder Advisory Group</em> dell<a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/">’Internet Governance Forum (IGF)</a>, a cui partecipa AgID, rivolge alla comunità multistakeholder italiana, ossia Governo, Pubbliche amministrazioni, imprese, comunità tecnico accademica, società civile e cittadini, nell’ambito della “<strong><em><a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/content/bpf-cybersecurity-2018-contributions">BPF Cybersecurity call for contributions</a>”.</em></strong></p> <p> </p> <p>Attraverso la call, da poco avviata, Igf acquisirà una serie di contributi e indicazioni che potranno ampliare la conoscenza di cittadini e amministrazioni sul tema della sicurezza informatica.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Come partecipare alla call:</strong></p> <p> </p> <p>Per partecipare alla call basta rispondere ai seguenti questionari entro il 15 settembre:</p> <p> </p> <p>·       <a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/content/bpf-cybersecurity-2018-contributions">Questionario rivolto alla comunità multi-stakeholder</a> </p> <p>·       <a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/content/bpf-cybersecurity-2018-contributions-nris">Questionario rivolto alla Comunità IGF Italia </a></p> <p> </p> <p><strong> </strong></p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/">Internet Governance Forum</a></p> <p><a href="https://www.intgovforum.org/multilingual/content/bpf-cybersecurity-2018-contributions">BPF Cybersecurity call for contributions</a></p> <p> </p> <p> </p></div> Wed, 22 Aug 2018 14:36:18 +0000 flavia.gamberale 59383 at https://www.agid.gov.it Internet Governance: al via la call for workshop proposals per IGF italia 2018 https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/08/09/internet-governance-al-call-workshop-proposals-igf-italia-2018 <span>Internet Governance: al via la call for workshop proposals per IGF italia 2018</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Gio, 08/09/2018 - 14:34</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-08-09T12:40:00Z">09/08/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Fino al 16 settembre 2018 è possibile presentare una proposta di workshop sui temi e sulle policy di Internet Governance da discutere nel corso di IGF Italia 2018.</p> <p> </p> <p>I dettagli sulle modalità di partecipazione sono disponibili nel <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/files/2018/08/IGF-Italia-2018-Manuale-per-le-proposte-di-workshop.pdf" rel="noopener noreferrer" target="_blank">manuale </a>per le proposte in cui sono spiegati anche i <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/files/2018/08/IGF-Italia-2018-criteri-di-valutazione.pdf" rel="noopener noreferrer" target="_blank">criteri di valutazione</a> che il Comitato di Programma IGF Italia 2018 adotterà nella selezione delle proposte.</p> <p>Come guida nell’elaborazione delle proposte di workshop è disponibile la <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/files/2018/08/IGF-ITALIA-2018-tabella-dei-temi-e-sottotemi.pdf" rel="noopener noreferrer" target="_blank">tabella di temi e sotto-temi</a> che include le indicazioni emerse nella consultazione pubblica sui temi Internet Governance svoltasi in Italia ad aprile scorso.</p> <p>Le migliori proposte di workshop saranno inserite nel programma IGF Italia 2018.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p>Testo della <a href="http://igfitalia2018.luiss.it/partecipa/" rel="noopener noreferrer" target="_blank">call for workshop</a> </p> <p><a href="http://igfitalia2018.luiss.it/partecipa/invia-proposta-workshop/" rel="noopener noreferrer" target="_blank">Proposta</a> di candidatura</p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/internet-governance-forum-igf" hreflang="it">internet governance forum; igf</a></div> </div> Thu, 09 Aug 2018 12:34:15 +0000 angela.creta 59379 at https://www.agid.gov.it eIDAS: inviata alla Commissione europea la notifica del Sistema pubblico di Identità Digitale https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/08/07/eidas-inviata-commissione-europea-notifica-del-sistema-pubblico-identita-digitale <span>eIDAS: inviata alla Commissione europea la notifica del Sistema pubblico di Identità Digitale</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Mar, 08/07/2018 - 16:35</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-08-07T14:30:00Z">07/08/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Con la notifica del Sistema Pubblico di Identità Digitale (SPID) alla Commissione europea si conclude il percorso previsto dal regolamento comunitario eIDAS<a href="https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/eidas">,</a> per il riconoscimento dell’identità digitale come strumento di accesso ai servizi digitali delle pubbliche amministrazioni degli Stati membri.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Nei giorni scorsi è stato inviato alla Commissione il documento di notifica per la successiva pubblicazione in Gazzetta Ufficiale dell'Unione Europea; passaggio che darà il via alla fase di adeguamento dei sistemi di tutti gli Stati dell’Unione per l’accesso ai propri servizi digitali tramite SPID.</p> <p> </p> <p>L’invio della notifica fa seguito al processo di “<a href="https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/11/eidas-conclusa-fase-confronto-stati-membri-notifica-del-sistema-pubblico-identita">peer review</a>”, iniziato il 24 novembre 2017 e conclusosi l’11 luglio 2018 - durante il Cooperation Network Meeting presso la DG Connect - con il parere favorevole da parte di tutti gli Stati membri.</p> <p> </p> <p>L’Italia, dopo la Germania, è il secondo paese europeo ad essersi attivato per il mutuo riconoscimento del proprio sistema di identità digitale nazionale ed il primo a notificare un sistema che vede anche il coinvolgimento di soggetti privati.</p> <p> </p> <p>Così SPID diventerà un’identità digitale europea.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p> </p> <p>Regolamento comunitario <a href="https://www.agid.gov.it/it/piattaforme/eidas">eIDAS</a></p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/agenda-digitale/infrastrutture-architetture/il-regolamento-ue-ndeg-9102014-eidas/vantaggi-eidas">Vantaggi eIDAS</a></p> <p>Sistema Pubblico di Identità Digitale - <a href="www.spid.gov.it">SPID</a></p> <p> </p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/spid" hreflang="it">spid</a></div> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/eidas" hreflang="it">eidas</a></div> </div> Tue, 07 Aug 2018 14:35:53 +0000 angela.creta 59378 at https://www.agid.gov.it Infrastruttura QXN: prorogato al 31 ottobre il termine per lo stop ai servizi https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/08/06/infrastruttura-qxn-prorogato-al-31-ottobre-il-termine-stop-ai-servizi <span>Infrastruttura QXN: prorogato al 31 ottobre il termine per lo stop ai servizi </span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Lun, 08/06/2018 - 17:22</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-08-06T15:24:00Z">06/08/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>A partire dal 31 ottobre 2018 cesseranno definitivamente i servizi dell’infrastruttura QXN, utilizzata dalle Amministrazioni che si sono avvalse del precedente contratto relativo al Sistema Pubblico di connettività SPC1.</p> <p> </p> <p>Agid e Consip hanno disposto una proroga della scadenza, precedentemente fissata al 30 settembre 2018, per consentire alle amministrazioni che sono fase di passaggio dai vecchi contratti quadro SPC1 ai nuovi SPC2 di migrare verso la nuova infrastruttura <strong>QXN2</strong> su cui sono già operativi tutti i fornitori della gara di connettività SPC2.</p> <p>Sull’infrastruttura QXN continuano oggi ad operare le Amministrazioni che non hanno ancora completato il piano di migrazione a SPC2 o ad altri contratti.</p> <p> </p> <p>Si invitano pertanto le amministrazioni che ancora utilizzano i servizi nell’ambito della vecchia infrastruttura a portare a compimento tutte le attività necessarie alla loro migrazione sulla nuova infrastruttura, per evitare disservizi a partire dal prossimo 31 ottobre.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p><a href="http://www.consip.it/media/approfondimenti/comunicazione-per-le-amministrazioni-che-non-hanno-concluso-la-migrazione-sul-contratto-spc2">Comunicazione per le amministrazioni che non hanno concluso la migrazione sul contratto Spc2</a></p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/it/infrastrutture/sistema-pubblico-connettivita">Sistema pubblico di connettività</a></p></div> Mon, 06 Aug 2018 15:22:58 +0000 flavia.gamberale 59376 at https://www.agid.gov.it Comunica Italia: in consultazione le Linee guida sullo storytelling https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/08/06/comunica-italia-consultazione-linee-guida-sullo-storytelling <span>Comunica Italia: in consultazione le Linee guida sullo storytelling</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Lun, 08/06/2018 - 13:03</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-08-06T11:15:00Z">06/08/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Dopo la sezione dedicata alla comunicazione, le Linee guida per la Promozione dei Servizi pubblici si arricchiscono di una seconda sezione dedicata allo storytelling. È possibile inviare commenti fino al 7 settembre 2018</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Per raccontare come cambia il rapporto tra amministrazioni e cittadini è necessario creare una narrazione coinvolgente, semplice ed empatica: crea il tuo personaggio, una trama, scegli i tempi e gli strumenti migliori per raccontare la sua avventura!</p> <p>  </p> <p>La sezione delle <a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/doc/storytelling.html ">Linee guida dedicata allo storytelling</a> nasce per guidare i professionisti della comunicazione delle pubbliche amministrazioni nella realizzazione di campagne di racconto sulle nuove possibilità offerte dai servizi digitali, stimolando la curiosità e l’interesse dei cittadini.</p> <p>  </p> <p>Le Linee Guida per la Promozione dei Servizi Digitali - che hanno l’obiettivo di accompagnare le pubbliche amministrazioni nella definizione di strategie di comunicazione, marketing e racconto sempre più rispondenti alla necessità di incentivare l’utilizzo dei servizi digitali da parte di cittadini e imprese - si completeranno nel mese di settembre con la pubblicazione della sezione dedicata al marketing.</p> <p> </p> <p><strong>Esiti della consultazione</strong></p> <p>I risultati della consultazione pubblica on line saranno presi in considerazione dall’Agenzia per l’Italia Digitale per l’aggiornamento delle Linee Guida e delle successive integrazioni.</p> <p> </p> <p><strong>Destinatari</strong></p> <p>I destinatari principali di questa consultazione sono: addetti alla comunicazione, addetti ufficio stampa, social media specialist e PR di pubbliche amministrazioni centrali e locali. Più in generale tutti i professionisti del settore comunicazione impegnati in attività di promozione dei servizi digitali.</p> <p> </p> <p><strong>Obiettivo della consultazione</strong></p> <p>Arricchire il perimetro di indicazioni suggerimenti e proposte, redatte in modalità collaborativa, da mettere a disposizione degli uffici comunicazione delle amministrazioni per fornire supporto alle attività di informazione, comunicazione e marketing dei servizi digitali.</p> <p> </p> <p><strong>Come partecipare</strong></p> <p>Le <a href="https://www.agid.gov.it/it/promozione-servizi-digitali">Linee guida</a> sono pubblicate su Docs Italia ed è possibile commentarle su <a href="https://forum.italia.it/c/documenti-in-consultazione/linee-guida-storytelling-servizi-digitali">Forum Italia</a> fino al 7 settembre 2018</p> <p>  </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p> </p> <p><a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/doc/storytelling.html">Consultazione Linee guida per lo storytelling dei servizi digitali</a></p> <p><a href="https://forum.italia.it/c/documenti-in-consultazione/linee-guida-storytelling-servizi-digitali">Forum Italia</a></p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/it/promozione-servizi-digitali">Linee guida per la promozione dei servizi digitali</a></p> <p> </p> <p> </p></div> Mon, 06 Aug 2018 11:03:45 +0000 flavia.gamberale 59375 at https://www.agid.gov.it Progetto PELL: pubblicate le specifiche tecniche sull'illuminazione pubblica https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/27/progetto-pell-pubblicate-specifiche-tecniche-sullilluminazione-pubblica <span>Progetto PELL: pubblicate le specifiche tecniche sull&#039;illuminazione pubblica</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Ven, 07/27/2018 - 15:54</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-07-27T13:56:00Z">27/07/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>È online la <strong><a href="http://geodati.gov.it/geoportale/images/Specifica-PELL-IP_ver-1.0_20180723.pdf" target="_blank">versione 1.0</a></strong> delle specifiche tecniche sull’illuminazione pubblica definite nell’ambito del progetto <strong>PELL (Public Energy Living Lab)</strong><strong>.</strong></p> <p>Il documento, frutto di un partecipato percorso di consultazione, è stato elaborato da un apposito gruppo di lavoro ENEA-AGID e definisce il modello dati di riferimento relativo alle caratteristiche tecnico-costruttive, di manutenzione e di consumo dell’illuminazione pubblica.</p> <p> </p> <p>Tra i principali obiettivi del documento quello di favorire una <strong>gestione efficiente ed efficace dell’infrastruttura di illuminazione pubblica nazionale</strong>, altamente <strong>strategica</strong><strong> </strong>soprattutto nell’ambito del paradigma delle <strong>smart cities</strong><strong>.</strong></p> <p><strong>Gli oggetti territoriali contemplati nella <a href="http://geodati.gov.it/geoportale/images/Specifica-PELL-IP_ver-1.0_20180723.pdf" target="_blank">versione 1.0</a></strong> delle specifiche tecniche sono anche pubblicati e referenziati in apposito registro nel <strong><a href="http://registry.geodati.gov.it/pell-ip" target="_blank">Sistema di Registri INSPIRE Italia</a></strong>, a sua volta relazionato con quello dei <strong><a href="http://registry.geodati.gov.it/dbgt" target="_blank"><strong>DBGT</strong></a></strong>.</p> <p> </p> <p>Public Energy Living Lab (PELL) è un sistema di gestione messo a punto dall’ENEA per monitorare e rendere trasparenti i consumi dell’illuminazione pubblica. Già in fase di sperimentazione in venti comuni italiani<strong>, </strong><strong>PELL</strong> è stato inserito da CONSIP - la "centrale acquisti" della Pubblica Amministrazione - nella <strong>Convenzione "Servizio Luce 4"</strong> come strumento di monitoraggio della qualità del servizio di illuminazione pubblica.</p> <p> </p> <p>L’attività è stata inserita anche, su proposta di AgID, nell’ambito del <strong><a href="https://joinup.ec.europa.eu/collection/european-union-location-framework-eulf/eulf-energy-pilot" target="_blank"><strong>progetto pilota sull’energia</strong></a></strong> dell’azione <strong><a href="https://ec.europa.eu/isa2/actions/elise_en" target="_blank"><strong>ELISE</strong></a> </strong>(European Location Interoperability Solutions for e-Government) del <strong><a href="https://ec.europa.eu/isa2/home_en" target="_blank"><strong>programma ISA2</strong></a></strong> della Commissione Europea.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><strong><a href="http://geodati.gov.it/geoportale/images/Specifica-PELL-IP_ver-1.0_20180723.pdf" target="_blank">versione 1.0</a></strong> delle specifiche tecniche sull’illuminazione pubblica</p> <p> </p> <p><strong><a href="http://registry.geodati.gov.it/pell-ip" target="_blank">Sistema di Registri INSPIRE Italia</a></strong></p></div> Fri, 27 Jul 2018 13:54:04 +0000 flavia.gamberale 59373 at https://www.agid.gov.it pagoPA: in vigore le nuove Linee guida per i pagamenti elettronici https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/25/pagopa-vigore-nuove-linee-guida-i-pagamenti-elettronici <span>pagoPA: in vigore le nuove Linee guida per i pagamenti elettronici</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mer, 07/25/2018 - 18:08</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-07-25T16:10:07Z">25/07/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Sono in vigore le nuove Linee guida per i pagamenti elettronici a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi.</p> <p>Le linee guida, realizzate da Agid, sono state <a href="http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/07/03/18A04494/sg">pubblicate sulla Gazzetta ufficiale</a> il 3 luglio scorso e costituiscono la normativa di riferimento per i soggetti aderenti alla piattaforma pagoPA.</p> <p> </p> <p>Le disposizioni, corredate dalle Specifiche Attuative già pubblicate in precedenza, definiscono regole, standard e specifiche tecniche a cui devono obbligatoriamente uniformarsi tutte le pubbliche amministrazioni e i gestori di pagamento che hanno stipulato accordi con AGID per usufruire della piattaforma.  </p> <p> </p> <p>pagoPA è il sistema che consente a cittadini e imprese di pagare tasse e servizi pubblici delle Pubblica Amministrazione comodamente dal tabaccaio, dal proprio pc, smartphone o tablet, senza doversi recare allo sportello, permettendo alle amministrazioni di incassare più velocemente.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><a href="http://www.gazzettaufficiale.it/eli/id/2018/07/03/18A04494/sg">Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, Serie generale – n.153 del 3.7.2018 “Linee guida per l’effettuazione dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi”</a></p></div> Wed, 25 Jul 2018 16:08:54 +0000 flavia.gamberale 59371 at https://www.agid.gov.it Comunica Italia: le Linee Guida per la comunicazione dei servizi digitali https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/25/comunica-italia-linee-guida-comunicazione-servizi-digitali <span>Comunica Italia: le Linee Guida per la comunicazione dei servizi digitali</span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mer, 07/25/2018 - 13:06</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-07-25T11:30:00Z">25/07/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>È online la versione aggiornata delle Linee guida di comunicazione dei servizi digitali, che recepisce i commenti e i suggerimenti della consultazione pubblica aperta il 22 maggio e conclusasi il 23 giugno 2018.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Le linee guida di comunicazione sono la prima area tematica delle Linee Guida per la promozione dei servizi digitali che, insieme alle linee guida per il marketing e lo storytelling presto in consultazione, rappresentano un insieme di indicazioni e a supporto delle amministrazioni nelle attività di promozione dei servizi pubblici digitali.</p> <p> </p> <p>Le Linee Guida per la promozione, inoltre, sono il primo tassello di un nuovo percorso “Comunica Italia” promosso da AGID per sostenere le amministrazioni nella definizione di strategie di comunicazione, marketing e racconto sempre più rispondenti alla necessità di favorire la conoscenza e l’utilizzo dei servizi digitali da parte di cittadini e imprese.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p> </p> <p><a href="https://comunica-lg.readthedocs.io/it/latest/">Linee guida</a> di comunicazione per la promozione dei servizi pubblici digitali </p> <p> </p> <p><a href="https://www.agid.gov.it/it/promozione-servizi-digitali">Linee guida</a> per la promozione dei servizi pubblici digitali</p></div> Wed, 25 Jul 2018 11:06:12 +0000 flavia.gamberale 59370 at https://www.agid.gov.it Piano Triennale: online la piattaforma per la qualificazione dei CSP https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/23/piano-triennale-online-piattaforma-qualificazione-csp <span>Piano Triennale: online la piattaforma per la qualificazione dei CSP </span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Lun, 07/23/2018 - 15:08</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-07-23T13:11:00Z">23/07/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Parte il percorso di qualificazione dei Cloud service provider per creare un ambiente cloud della PA omogeneo, con servizi e infrastrutture sicuri, efficienti e affidabili. Presto disponibile anche la piattaforma per qualificare i servizi Saas</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>È online la <a href="https://cloud.italia.it/marketplace/supplier" rel="noopener noreferrer" target="_blank">piattaforma</a> dove inviare domanda per chiedere la qualificazione di Cloud service provider della Pubblica amministrazione e presto sarà disponibile anche quella riservata ai fornitori di servizi Software as a service (Saas) della PA.</p> <p> </p> <p>I soggetti pubblici e privati che intendono qualificarsi ed entrare così nel Marketplace cloud della PA dovranno dimostrare di possedere una serie requisiti organizzativi, di sicurezza, di performance e scalabilità, interoperabilità e portabilità fissati dalla <a href="https://cloud.italia.it/projects/cloud-italia-circolari/it/latest/circolari/CSP/index.html" rel="noopener noreferrer" target="_blank">circolare Agid n. 2 del 9 aprile 2018</a>.</p> <p> </p> <p>Il percorso di qualificazione dei fornitori CSP e Saas della PA rientra nella <a href="https://cloud.italia.it/projects/cloud-italia-docs/it/latest/index.html" rel="noopener noreferrer" target="_blank">strategia Cloud della Pa</a>, delineata da Agid in coerenza con gli obiettivi del Piano triennale per l’informatica pubblica 2017-19, per favorire l’adozione del modello del cloud computing nelle amministrazioni italiane.</p> <p> </p> <p>La finalità è quella di creare un <a href="https://cloud.italia.it/marketplace/" rel="noopener noreferrer" target="_blank">Marketplace Cloud della PA</a> dove le pubbliche amministrazioni potranno acquistare servizi e infrastrutture cloud qualificati con caratteristiche omogenee e che rispettino elevati standard di sicurezza, efficienza ed affidabilità.</p> <p> </p> <p>A partire dal 20 novembre 2018, le amministrazioni saranno tenute ad acquisire esclusivamente servizi cloud qualificati da Agid presenti nel marketplace.</p> <p> </p> <p>Per ricevere ulteriori informazioni sulle procedure di qualificazione, gli operatori interessati possono inviare una mail all’indirizzo:<em> </em> <a href="mailto:qualificazione-cloud@agid.gov.it" rel="noopener noreferrer" target="_blank">qualificazione-cloud@agid.gov.it</a>.</p> <p> </p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p><strong> </strong></p> <p><a href="https://cloud.italia.it/projects/cloud-italia-docs/it/latest/index.html" rel="noopener noreferrer" target="_blank">La strategia Cloud della Pa</a></p> <p> </p> <p><a href="https://cloud.italia.it/marketplace/supplier/landing/landing_page.html" rel="noopener noreferrer" target="_blank">Piattaforma per la qualificazione dei Cloud service provider (CSP)</a></p> <p> </p> <p><a href="https://cloud.italia.it/marketplace/" rel="noopener noreferrer" target="_blank">Marketplace Cloud della PA</a></p> <p> </p> <p><a href="https://cloud.italia.it/projects/cloud-italia-circolari/it/latest/circolari/CSP/index.html" rel="noopener noreferrer" target="_blank">Circolare Agid n. 2 del 9 aprile 2018</a></p> <p> </p> <p><a href="https://pianotriennale-ict.italia.it/" rel="noopener noreferrer" target="_blank">Piano triennale per l’informatica pubblica 2017-19</a></p></div> Mon, 23 Jul 2018 13:08:56 +0000 flavia.gamberale 59368 at https://www.agid.gov.it Piano Triennale: conclusa la seconda fase del censimento ICT delle PA https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/19/piano-triennale-conclusa-seconda-fase-del-censimento-ict-pa <span>Piano Triennale: conclusa la seconda fase del censimento ICT delle PA</span> <span><span>angela.creta</span></span> <span>Gio, 07/19/2018 - 12:22</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-07-19T10:30:00Z">19/07/2018</time> </div> </div> <div class="Prose string-long Abstract"> <p>Si conclude il percorso di rilevazione del patrimonio ICT delle amministrazioni che consente di acquisire informazioni essenziali per dar vita al processo di razionalizzazione dei data center della PA italiana.</p> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Il censimento avviato in due fasi, la seconda conclusasi il 20 giugno 2018, ha visto la partecipazione di 731 Amministrazioni, sono stati censiti 860 data center e 4154 applicazioni critiche.</p> <p> </p> <p>È in corso l’elaborazione dei dati che, insieme a quelli raccolti nella prima fase -svoltasi nei primi mesi del 2018 - consentirà la classificazione delle amministrazioni, come previsto nella circolare AGID n. 5 del 2017, in tre categorie: </p> <p> </p> <ul><li>nel Gruppo A rientreranno le amministrazioni che dispongono di data center di qualità intermedia;</li> <li>nel Gruppo B rientreranno le amministrazioni con infrastrutture carenti;</li> <li>nella categoria candidabile a Polo strategico nazionale (PSN) saranno inseriti i soggetti con data center caratterizzati da elevati standard di qualità.</li> </ul><p> </p> <p>A breve le amministrazioni che hanno partecipato alle rilevazioni riceveranno informazioni con l’indicazione della propria classificazione e l’insieme dei dati forniti, così da avere l’opportunità di rappresentare eventuali osservazioni.</p> <p> </p> <p>Per qualsiasi chiarimento o informazione è possibile mandare una mail a <a href="mailto:helpdesk.censimentoict@agid.gov.it" target="_blank">helpdesk.censimentoict@agid.gov.it</a>.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><a href="https://censimentoict.italia.it/it/latest/docs/circolari/2017113005.html#circolare-n-05-del-30-novembre-2017">Circolare AGID n. 05 </a>del 30 novembre 2017 - Censimento del Patrimonio ICT delle Amministrazioni e qualificazione dei Poli Strategici Nazionali</p> <p><a href="https://pianotriennale-ict.italia.it/data-center-e-cloud/">Piano Triennale</a> Data Center e Cloud</p></div> <div class="field field--name-field-arguments field--type-entity-reference field--label-hidden field__items"> <div class="field__item"><a href="/it/argomenti/data-center" hreflang="it">data center</a></div> </div> Thu, 19 Jul 2018 10:22:20 +0000 angela.creta 59365 at https://www.agid.gov.it Registri INSPIRE, l’Italia entra a far parte della Federazione europea https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/18/registri-inspire-litalia-entra-far-parte-federazione-europea <span>Registri INSPIRE, l’Italia entra a far parte della Federazione europea </span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mer, 07/18/2018 - 15:25</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-07-18T13:29:00Z">18/07/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Il sistema di registri INSPIRE Italia è entrato a far parte della <a href="http://inspire-regadmin.jrc.ec.europa.eu/ror/">Federazione europea dei registri INSPIRE</a>.</p> <p>L'obiettivo della federazione è di collegare e rendere accessibili, attraverso un punto di accesso centrale, tutti i registri che sono stati istituiti negli Stati membri a diversi livelli di amministrazione e nelle comunità tematiche per supportare l'attuazione della <a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=celex%3A32007L0002">direttiva INSPIRE</a>, che istituisce l’infrastruttura per l’informazione territoriale della Comunità europea.</p> <p> </p> <p>I dati contenuti nel Sistema vengono così messi a disposizione di cittadini, imprese e pubbliche amministrazioni europee che possono facilmente consultarli e utilizzarli per le proprie applicazioni.</p> <p> </p> <p>Il sistema di registri <a href="http://registry.geodati.gov.it/registry">INSPIRE italiano</a>, gestito dall’Agid in collaborazione con Ispra e il Ministero dell’Ambiente e realizzato in coerenza con le disposizioni del <a href="https://pianotriennale-ict.italia.it/">Piano triennale per l’informatica nella Pubblica Amministrazione</a>, contiene un elenco aggiornato di registri relativi principalmente ai dati territoriali, ma è idoneo ad ospitare anche altri tipi di tassonomie che riguardano l’attività delle PA.</p> <p> </p> <p><strong> </strong></p> <p><strong>Approfondimenti:</strong></p> <p> </p> <p><a href="http://inspire-regadmin.jrc.ec.europa.eu/ror/">Federazione europea dei registri INSPIRE</a> </p> <p> </p> <p><a href="http://registry.geodati.gov.it/registry">Sistema dei registri INSPIRE Italia</a> </p> <p> </p> <p><a href="https://eur-lex.europa.eu/legal-content/IT/ALL/?uri=celex%3A32007L0002">Direttiva europea INSPIRE</a> </p> <p> </p> <p><a href="https://pianotriennale-ict.italia.it/">Piano triennale</a> </p></div> Wed, 18 Jul 2018 13:25:16 +0000 flavia.gamberale 59364 at https://www.agid.gov.it Settimana Italia-Cina della Scienza dal 22 al 25 ottobre: al via la call per partecipare https://www.agid.gov.it/it/agenzia/stampa-e-comunicazione/notizie/2018/07/11/settimana-italia-cina-scienza-dal-22-al-25-ottobre-al-call-partecipare <span>Settimana Italia-Cina della Scienza dal 22 al 25 ottobre: al via la call per partecipare </span> <span><span>flavia.gamberale</span></span> <span>Mer, 07/11/2018 - 16:03</span> <div class="field field--name-field-news-date field--type-datetime field--label-inline"> <div class="field__label">Data:</div> <div class="field__item"><time datetime="2018-07-11T14:07:00Z">11/07/2018</time> </div> </div> <div class="field field--name-body field--type-text-with-summary field--label-hidden field__item"><p>Si svolgerà dal 22 al 25 ottobre e vedrà anche quest’anno la partecipazione di Agid la Settimana Italia-Cina della Scienza, della Tecnologia e dell’Innovazione. La call per iscriversi a questa quattro giorni di grande importanza per aziende e centri di ricerca italiani è aperta <a href="http://www.cittadellascienza.it/cina/e-online-la-call-di-partecipazione-per-la-settimana-italia-cina-dellinnovazione-2018/">fino al 20 luglio</a>.</p> <p> </p> <p>Nato per favorire la collaborazione scientifica, tecnologica ed economica tra i due Paesi, l’ evento toccherà le città di Napoli, Roma e Cagliari con una serie di seminari, workshop e tavole rotonde sulle tematiche più rilevanti per la Cina e l’Italia, e incontri tra università, enti e imprese italiane e cinesi.</p> <p>Alla manifestazione potranno prendere parte tutti i soggetti pubblici e privati con una sede in Italia che operano nel campo della ricerca scientifica e tecnologica e che sono interessati a sviluppare partnership e relazioni commerciali con la Cina: startup, aziende, centri di ricerca, università, spin off, cluster tecnologici, distretti innovativi e parchi scientifici.</p> <p> </p> <p>L’iniziativa è promossa dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) in collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale (MAECI) e coordinata dalla Città della Scienza di Napoli, sulla base dell’Accordo Quadro sottoscritto nel 2013 da Agenzia per l’Italia digitale (AGID), MIUR, il MAECI, il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), l’Agenzia per la promozione all'estero e l'internazionalizzazione delle imprese italiane (ICE) e la stessa Città della Scienza di Napoli.</p> <p> </p> <p><strong>Approfondimenti</strong></p> <p><strong> </strong></p> <p><a href="http://machform.cittadellascienza.it/view.php?id=135588">Iscriviti all’evento </a></p></div> Wed, 11 Jul 2018 14:03:50 +0000 flavia.gamberale 40129 at https://www.agid.gov.it