Applicazione della nuova circolare

Quanto previsto al cap. 6 punto 1 della circolare Agid n.1/2021 si applica retroattivamente per gli anni 2018, 2019 e 2020. Specificatamente, da tutti i RAC relativi agli anni suddetti pervenuti all'Agenzia entro la data del 30 giugno 2021 verrà estratto un sottoinsieme che costituirà il campione analizzato dall'Agenzia  nell'anno 2021. Eventuali RAC pervenuti successivamente alla data citata non verranno presi in considerazione nella composizione del campione.

Interpretazione par. 2.2  lett. c) della Circolare Agid n.1/2021

L’Amministrazione, al fine di stabilire se si applica la condizione e) del par. 2.2 della circolare Agid n.1/2021, deve valutare almeno le seguenti casistiche:

  • Il contratto è finalizzato alla realizzazione di un obiettivo specifico del piano triennale, dove l’Amministrazione è puntualmente coinvolta (ad esempio, nel caso specifico, è un obiettivo delle Università).
  • Il contratto supporta una riorganizzazione complessiva in ottica di trasformazione digitale con un impatto molto rilevante sulla gestione delle procedure e dei servizi dell’Amministrazione e, di conseguenza, sugli utenti.
  • Il contratto supporta una transizione al cloud della PA, con un impatto molto rilevante sulla gestione delle procedure e dei servizi dell’Amministrazione e, di conseguenza, sugli utenti.

La condizione e), nel caso in cui non trovano corrispondenza le altre condizioni indicate al par. 2.2, non si applica nel caso di mera adesione a piattaforme come SPID/CIE e/o PagoPA. Tale obiettivo, pur se previsto nel Piano triennale come strategico, dal punto di vista del monitoraggio non comporta per l’Amministrazione un valore aggiunto, in quanto la sua realizzazione non comporta sforzi eccessivi o modalità di controllo e verifica diversi dalla normale gestione.

Scopo del documento di screening nella nuova circolare

Le informazioni richieste per singolo contratto nel documento di screening sono i contenuti ‘statici’ relativi al contratto stesso già previsti per rapporti di monitoraggio. A tal proposito si confrontino i contenuti del capitolo A.3 dell’allegato 3 relativo allo schema documento di screening del contratto con quelli del capitolo A.1.2.1 dell’allegato 1 relativo allo schema del rapporto di monitoraggio.

il ruolo del documento di screening nella nuova circolare è quello di consentire all’Agenzia di ricevere tutte le informazioni relative al contratto necessarie per la selezione del campione ai sensi del cap.6 della circolare n.1/2021, già trasmesse con i rapporti di monitoraggio obbligatori secondo la circolare n.4/2016, per tutti i contratti rientranti nei criteri definiti dal paragrafo 2.2, ma solo su richiesta per la n.1/2021. Nella sezione Documentazione è presente uno schema da utilizzare per la redazione del documento.

Formati Documentali

Nella sezione Documentazione sono presenti formati ed esempi dei documenti previsti dalla circolare Agid n.1/2021. In particolare:

  • Formati ed esempi per la pubblicazione e trasmissione della Lista dei contratti ai sensi della circolare Agid n.1/2021 par. 5.3 punti 1 e 2;
  • Formati ed esempi per il Piano di monitoraggio ai sensi della circolare Agid n.1/2021 par. 4.3;
  • Formato per la redazione del documento di screening.