SPID: crescono i fornitori di servizi privati

Data:

Diversi soggetti stanno effettuando la procedura per rendere accessibili i propri servizi attraverso il sistema pubblico di identità digitale

Con la determinazione n. 166 del 21 giugno 2019 AgID ha definito nuovi modelli di convenzione con le imprese, rendendo il sistema pubblico d’identità digitale SPID la chiave d’accesso anche ai servizi offerti dai privati e non solo dalle pubbliche amministrazioni.

 

A dicembre 2019 sono diversi i fornitori di servizi privati che hanno terminato la procedura e – firmando la convezione con AgID - abilitato l'accesso a servizi in rete con SPID: Lottomatica, Acquirente Unico, eVoloweb, Infocert e Namirial.

 

Il nuovo modello di convenzione apre la strada all'ingresso dei privati nel mercato dei servizi accessibili via SPID e potrà contribuire a dare maggiore impulso all'utilizzo del sistema pubblico d’identità digitale da parte dei cittadini.

 

Approfondimenti

Determinazione n. 166 del 21 giugno 2019 - Emanazione nuovi schemi di convenzione per l’adesione al sistema pubblico dell’identità digitale (SPID) per i gestori delle identità digitali e per i fornitori privati di servizi.