eIDAS: concluso il percorso di notifica europea, SPID diventerà un’identità digitale europea

Data:

Con la pubblicazione della Gazzetta ufficiale europea del 26 settembre 2018 entra nel vivo il percorso di previsto dal regolamento comunitario eIDAS per il riconoscimento dell’identità digitale come strumento di accesso ai servizi digitali delle pubbliche amministrazioni degli Stati membri.

 

La notifica di SPID rende l’Italia uno dei primi Stati Membri a dotarsi di un sistema di autenticazione nazionale in linea con il Regolamento eIDAS e il primo a notificare un sistema guidato dal settore privato, così evidenziato anche dalle parole inviate dal Vice presidente della Commissione europea Andrus Ansip all’Agenzia per l’Italia Digitale a conclusione del percorso di notifica.

 

La notifica europea di SPID, già oggetto di pubblicazione in Gazzetta europea del 10 settembre 2018, è integrata nella Gazzetta del 26 settembre n. C 344/11, con l’indicazione corretta dei tre livelli oggetto di notifica - elevato, significativo e basso - corrispondenti ai tre livelli di accesso a SPID.

 

Gli italiani saranno tra i primi cittadini dell’Unione a poter accedere con la loro identità digitale (eID) a servizi pubblici e privati online sul territorio di tutti gli Stati membri.  Entro settembre 2019 gli stati europei dovranno consentire accesso ai loro servizi digitali anche tramite l’Identità digitale italiana SPID.

 

L’utilizzo delle identità digitali degli Stati Membri oltre il confine nazionale - sottolinea Ansip -  rappresenta un importante passo avanti nella realizzazione del Mercato Unico Digitale e nell’adozione di soluzioni digitali per semplificare la vita dei cittadini.

 

 

Approfondimenti

Gazzetta Ufficiale Europea del 26 settembre n. 344/11

Percorso eIDAS

Sito del Sistema pubblico di identità digitale