Il Sistema dei pagamenti elettronici verso la PA dell’Emilia-Romagna

Data:
La Regione dell’Emilia-Romagna rende disponibili a cittadini e imprese i propri servizi di pagamento nell’ambito del Sistema dei pagamenti elettronici a favore delle PA (“pagoPA”) per tutte le amministrazioni interconnesse attraverso la propria piattaforma tecnologica (PayER).

Il traguardo raggiunto è particolarmente rilevante dal punto di vista tecnico e organizzativo poiché permette, attraverso l’azione svolta da Lepida S.p.A. - la società partecipata da 422 pubbliche amministrazioni del territorio dell’Emilia-Romagna - di offrire a cittadini e imprese nuove possibilità di pagamento che consentono:

  • semplicità ed economicità di fruizione dei servizi, grazie ai nuovi canali telematici.
  • libertà di scelta del canale e del PSP attraverso il quale eseguire l’operazione;
  • trasparenza sui costi e garanzia dell’importo da pagare sempre attualizzato;
  • valore liberatorio della ricevuta rilasciata.

Significativi sono anche i vantaggi per le amministrazioni interessate:

  • efficientamento dei sistemi di riscossione nel rispetto della normativa vigente;
  • rapidità degli incassi, rendicontazione in tempo reale e riconciliazione certa ed automatica;
  • riduzione dei costi e dei tempi di sviluppo, grazie all’utilizzo di soluzioni/esperienze riusabili;
  • eliminazione della necessità di stipulare specifici accordi con i prestatori di servizi di pagamento.

Le amministrazioni dell’Emilia-Romagna sono progressivamente abilitate all’uso di pagoPA secondo un programma opportunamente scaglionato, il cui primo gruppo pilota di 7 amministrazioni è già entrato in esercizio dallo scorso 15 aprile 2015, seguito il 28 maggio 2015 da altre 31 amministrazioni. La programmazione proseguirà nei mesi successivi con l’abilitazione entro dicembre 2015 di complessive 209 amministrazioni in grado di erogare 96 diverse tipologie di servizi di pagamento.