Solidarietà digitale

Coronavirus: la digitalizzazione a supporto di cittadini e imprese 

Ultimo aggiornamento
07-07-2020

Solidarietà Digitale è l’iniziativa promossa dal Ministro per l’Innovazione tecnologica e la Digitalizzazione, con il supporto tecnico di AGID, che rende disponibili a cittadini e imprese una serie di servizi digitali, gratuitamente offerti, per ridurre gli impatti economici e sociali dell’emergenza Coronavirus.

Obiettivo dell’iniziativa è stato quello di aiutare le persone, i professionisti e le aziende a continuare la propria attività e mantenere le proprie abitudini di vita, nel pieno rispetto delle disposizioni del Governo per il contenimento e il contrasto del diffondersi del Coronavirus (SARS-CoV-2) sull’intero territorio nazionale.

L’elenco dei servizi è consultabile online su Solidarietà Digitale.

Le soluzioni messe gratuitamente a disposizione da imprese e associazioni hanno consentito di:

  • lavorare da remoto, attraverso connettività rapida e gratuita e l’utilizzo di piattaforme di smart working avanzate;
  • leggere gratuitamente un giornale anche senza andare in edicola o un libro senza andare in libreria sul proprio smartphone o tablet;
  • restare al passo con i percorsi scolastici e di formazione, grazie a piattaforme di e-learning, come proposto dal MIUR;
  • usufruire di servizi digitali online, come l’accesso a servizi pubblici o specialistici, come ad esempio una consulenza medica o professionale;
  • svolgere a distanza attività della vita di tutti i giorni, come fare la spesa, attività sportiva, ma anche la socialità, la vita politica e quella religiosa, l’associazionismo, o persino gli hobby, come le arti o la cucina.

Pubblicazione dei servizi

Su Solidarietà Digitale sono stati pubblicati, previa verifica, solo i servizi, esclusivamente digitali, con i seguenti criteri:

  • i proponenti sono aziende, enti o associazioni, quindi non singole persone o professionisti
  • sono servizi gratuiti o resi gratuiti per l’emergenza (non scontistica), senza alcun impegno od obbligo di rinnovo al termine del periodo dell’offerta
  • è esplicitata la durata dell’offerta
  • rientrano nelle categorie proposte nel form
  • sono validi per tutto il territorio nazionale o per una o più regioni
  • la descrizione non è redatta in tono promozionale
  • preferibilmente, è previsto un canale di adesione dedicato all’iniziativa per l’emergenza coronavirus.

Il 30 giugno si è chiusa la prima fase di Solidarietà Digitale e il form dedicato all'offerta di servizi è stato disattivato. 

 

Approfondimenti

L’iniziativa del Ministro per l’innovazione tecnologica e la digitalizzazione

L’elenco dei servizi gratuiti

Scopri come richiedere SPID

FAQ su Solidarietà digitale