OntoPiA: si arricchisce la rete di ontologie e vocabolari controllati della PA

Data:

Lo sviluppo della rete, presente anche a SEMIC 2020, prosegue con una rinnovata piattaforma di navigazione e nuove iniziative

La rete OntoPiA è in continua evoluzione con nuove ontologie e vocabolari controllati che si aggiungono a quelli già sviluppati negli ultimi tre anni dall’Agenzia per l’Italia Digitale al fine di favorire una maggiore standardizzazione dei dati, grazie anche all’uso di standard condivisi del Web.

 

Due le nuove iniziative che hanno portato nei mesi scorsi ad ampliare in maniera significativa i modelli dati esistenti: una collaborazione con Regione Toscana per portare a sistema l’ontologia del mondo dell’Alta Formazione e della Ricerca,  e i lavori della Task force dati per l'emergenza Covid-19 che, nel contesto del gruppo di lavoro 2, hanno proposto un modello dati generale per il calcolo di indicatori di monitoraggio, inclusi quelli per la COVID-19.

 

Una rinnovata piattaforma per la navigazione online delle ontologie e dei vocabolari controllati è ora disponibile online, semplicemente accedendo agli identificativi univoci (URI) di ciascun elemento delle ontologie e dei vocabolari controllati. Questo facilita la consultazione dei modelli e dei vocabolari controllati senza ricorrere necessariamente alla sola lettura del loro codice sorgente.

 

L’esperienza di OntoPiA sarà anche oggetto del prossimo intervento dell’Agenzia alla conferenza Europea sull’interoperabilità semantica (SEMIC 2020) – sessione “Maintenance of semantic assets - methods and tools”.  L’evento si terrà esclusivamente online e sarà un’occasione importante per raccontare le lezioni apprese in questi anni di sviluppo di modelli condivisi insieme ai diversi esperti di dominio della pubblica amministrazione italiana.

 

Per maggiori informazioni sull’evento e per registrarsi si può consultare la relativa pagina Web della conferenza.