Innova per l’Italia: tecnologia e innovazione per la lotta al Coronavirus

Data:

Online tre avvisi, call for action, per reperire soluzioni finalizzate alla prevenzione, alla diagnostica e al monitoraggio del Coronavirus. A queste si aggiungono due fast call per servizi di Telemedicina e tecnologie data analysis aperte dal 24 al 26 marzo

Un invito ad aziende, università, enti e centri di ricerca pubblici e privati, associazioni, cooperative, consorzi, fondazioni e istituti a rendere disponibili le proprie tecnologie, per produrre soluzioni finalizzate alla prevenzione, alla diagnostica, al monitoraggio del Coronavirus sull’intero territorio nazionale e a mettere a disposizione soluzioni di Telemedicina e tecnologie di data analyisis per la gestione del contagio.

 

È il progetto Innova per l’Italia, nato su iniziativa congiunta del Ministro per l'innovazione tecnologica e la digitalizzazione Paola Pisano, del Ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli e del Ministro dell'Università e Ricerca Gaetano Manfredi, insieme a Invitalia e a sostegno della struttura del Commissario Straordinario per l'emergenza Coronavirus Domenico Arcuri, con il supporto tecnico di AgID.

 

Obiettivo: mettere a fattor comune tecnologie e innovazione per combattere il Coronavirus.

I soggetti interessati possono rispondere all’invito, articolato in tre call for action  e due fast call, compilando il form sulla piattaforma Innova per l’Italia.

 

Le call for action

 

Le call for action sono finalizzate a:

 

- reperimento di dispositivi di protezione individuale (mascherine) e respiratori artificiali;

- produzione di tamponi, elementi accessori e altri strumenti per la diagnosi facilitata e veloce;

- sviluppo di tecnologie e strumenti per il contenimento, monitoraggio e contrasto alla diffusione del virus.

 

Tutte le call for action si rivolgono a:

 

- aziende che già producono queste soluzioni

- imprese che intendono riconvertire o re-indirizzare la propria attività verso la produzione di questi strumenti e servizi

- aziende, centri di ricerca, università o altri soggetti che hanno già a disposizione piattaforme con le caratteristiche ricercate nelle call for action, oppure che vi si possono facilmente conformare.

Sulla piattaforma Innova per l’Italia sono indicati i requisiti per partecipare e vengono forniti chiarimenti sul processo di selezione delle proposte, che sarà a cura del Commissario Straordinario per l'emergenza Coronavirus Domenico Arcuri.

La valutazione sarà condotta in conformità con le evidenze scientifiche e con le necessità di certificazione nel rispetto degli standard necessari e delle linee guida dell'Organizzazione Mondiale della Sanità.

 

Le fast call

 

Alle tre call for action, si sono aggiunte due fast call aperte dalle ore 9 del 24 marzo alle ore 13 del 26 marzo finalizzate al:

 

- reperimento di App e soluzioni tecniche di teleassistenza per pazienti domestici, sia per patologie legate a COVID-19, sia per altre patologie, anche di carattere cronico;

 

- reperimento di tecnologie e soluzioni per il tracciamento continuo, l’alerting e il controllo tempestivo del livello di esposizione al rischio delle persone e dell’evoluzione dell’epidemia sul territorio.

 

Le fast call sono rivolte a pubbliche amministrazioni, aziende e organizzazioni che hanno già realizzato soluzioni tecnologiche nell’ambito della Telemedicina e della Data Analysis.

 

Sulla piattaforma Innova per l’Italia sono indicati i requisiti per partecipare alle fast call e vengono forniti chiarimenti sul processo di selezione delle proposte che sarà condotto dal Gruppo di Lavoro costituito da Ministero della Salute, ISS, OMS e un comitato scientifico interdisciplinare.

 

Approfondimenti:

Innova per l’Italia

Innova per l’Italia, il progetto 

Call for action: come aderire

Fast call: come aderire