Cloud della PA: dopo il 31 marzo 2019 le amministrazioni possono acquisire solo servizi cloud qualificati

Data:

Prorogato - dal 1° gennaio al 31 marzo 2019 - il termine dopo il quale le Pubbliche Amministrazioni potranno acquisire i nuovi servizi cloud esclusivamente nell'ambito del modello Cloud della PA

Con la determina n. 408 del 19 dicembre 2018, AGID proroga i termini per la qualificazione dei servizi cloud CSP (Cloud Service Provider) e SaaS (Software as a Service), necessaria per l’acquisizione degli stessi da parte delle amministrazioni.

Con questa proroga le Amministrazioni, dopo il 31 marzo 2019, acquisiscono esclusivamente servizi Infrastructure as a service (IaaS), Platform as a Service (PaaS) e SaaS qualificati dall’Agenzia per l’Italia digitale e pubblicati sul Marketplace Cloud della PA.

 

La procedura di qualificazione dei servizi cloud rientra nel percorso delineato dalle circolari AGID n.2 dedicata alla qualificazione dei servizi CSP e n. 3 relativa ai servizi SaaS, entrambe del 9 aprile 2018.

 

L’Agenzia ritiene così di tutelare le esigenze delle pubbliche amministrazioni di procedere con le acquisizioni di servizi cloud in corso di qualificazione da parte dei Cloud service provider, anche accogliendo le numerose richieste pervenute da parte degli stessi fornitori dei servizi.

 

Per supportare i fornitori di servizi nel processo di qualificazione, l’Agenzia rende disponibile fino al 31 marzo un servizio di verifica preventiva preliminare alla pubblicazione di servizi nel Marketplace Cloud della PA.

È possibile attivare il servizio di assistenza inviando una richiesta all’indirizzo mail: qualificazione-cloud@agid.gov.it.

 

 

Approfondimenti

Determina AGID n. 408 del 19 dicembre 2018

Procedura di qualificazione per i servizi cloud