Semplificazione Amministrativa: risultati raggiunti e prossimi passi del Tavolo Interoperabilità

Data:

Il 30 e il 31 ottobre 2018, presso la sede dell’Agenzia per l’Italia Digitale, si è tenuto l’incontro: “Dalla semplificazione alla costruzione di un sistema di servizi per le imprese”, momento di confronto e discussione con gli stakeholders, sul tema della reingegnerizzazione dei processi autorizzativi.

 

La due giorni ha permesso di presentare ai partecipanti una sintesi del percorso svolto dai diversi gruppi di lavoro che  fanno parte del Tavolo Interoperabilità - coordinato da AgID e composto da rappresentanti di Regioni, Comuni e Associazioni di Categoria - attraverso il quale si intende dare concretezza agli obiettivi indicati nell'Agenda per la Semplificazione. Il tavolo opera nell’ambito del progetto “Delivery Unit”, una task force per la semplificazione coordinata dall’Ufficio per la semplificazione del Dipartimento della Funzione Pubblica

I risultati conseguiti e condivisi dai tavoli di lavoro sono:

 

- Trasformazione di 30 moduli unici nazionali in XML Schema e loro approvazione da parte della dalla Conferenza Unificata Stato-Regioni-Autonomie locali (evidenziando la necessità di rafforzare l’azione di monitoraggio dell'uso sul territorio degli stessi schemi);

- Diffusione delle metodiche  BPMN (Business Process Model and Notation), con la condivisione di un metodo per l’analisi dei processi  e con un alto livello di astrazione al fine di salvaguardare l’autonomia organizzativa dei soggetti che hanno la responsabilità della progettazione e dell’implementazione dei processi.

 

A seguito del confronto tra i partecipanti sono stati definiti i prossimi passi dei gruppi di lavoro:

 

- Prosecuzione delle attività di produzione degli XML Schema per i nuovi moduli unici nazionali che saranno definiti dal gruppo di lavoro sui contenuti e manutenzione di quanto prodotto;

- Definizione di regole avanzate per la compilazione dei moduli al fine di migliorare la qualità dei dati e facilitare la presentazione delle domande da parte delle imprese;

- Proseguimento dell’azione di formalizzazione dei processi a partire dai sistemi già realizzati attraverso i disegni BPMN che evidenzi le esigenze di comunicazione tra gli enti, dunque definizione delle “interfacce di servizio” in coerenza con il modello di interoperabilità definito dalle Linee guida di AgID.