Procedura attuazione

Ultimo aggiornamento
29-07-2020

La procedura di attuazione, così come disposto dagli articoli 3-quater comma 2 lettera c) e 3-quinquies commi 2 e 3 della Legge n.4/2004, rappresenta la seconda istanza messa a disposizione del cittadino per poter fare ricorso al Difensore civico per il Digitale quando l’amministrazione, titolare di un sito web o di un’applicazione mobile, fornisca risposte insoddisfacenti o non risponda del tutto, nel termine di 30 giorni, alle notifiche o alle richieste effettuate tramite il meccanismo di feedback (prima istanza).   

La procedura di attuazione si attiva esclusivamente dopo o una risposta insoddisfacente o una mancata risposta da parte dell’amministrazione a cui è stata fatta la segnalazione attraverso il meccanismo di feedback.

Cosa ti serve per avviare la procedura?

  • nome e cognome
  • indirizzo email o PEC valido
  • codice fiscale
  • data e copia della notifica inviata tramite meccanismo di feedback all’amministrazione
  • la descrizione del problema elencando i casi di non conformità del sito o dell’app, sezioni, contenuti o funzioni che non sono conformi
  • copia della risposta, se ricevuta dall’amministrazione

E’ possibile allegare un file con una dimensione massima di 20 MB e con le seguenti estensioni: pdf, p7m, eml, xml, html, jpg, jpeg, png, tiff

Dove trovo il link per accedervi?

Ogni amministrazione pubblica una "Dichiarazione di accessibilità" per ogni sito web o applicazione mobile di cui è titolare; il link di accesso alla procedura si trova dunque all’interno della Dichiarazione di accessibilità, pubblicata nel footer dei siti web o nella descrizione delle applicazioni presenti nello store.

Anche l’Agenzia per l’Italia Digitale effettua ricorso al Difensore civico per il Digitale, in caso di contestazione della conformità riguardante il modello di Dichiarazione di accessibilità ovvero in caso di esito insoddisfacente del monitoraggio svolto su un sito web o su un’applicazione mobile del campione preso in esame.