Programmazione nazionale appalti innovazione 2014/2020

L’Agenzia per l’Italia digitale, ai sensi dell’art.19, D.L. 179/2012 può supportare le Regioni e le altre amministrazioni pubbliche nell'attuazione delle azioni di Pre-Commercial procurement.

L'Agenda Digitale Italiana prevede l’utilizzazione degli acquisti pubblici innovativi e degli appalti pre-commerciali al fine di stimolare la domanda di beni e servizi innovativi. Ad oggi l’Italia è uno dei Paesi leader in Europa nell’implementazione del Pre-Commercial Procurement. L'Accordo di Partenariato con la Commissione Europea impegna il nostro Paese a realizzare azioni specifiche per promuovere procurement di innovazione anche nel periodo 2014-20:

  • 1.3.1 (OT-01) «Rafforzamento e qualificazione della domanda di innovazione della PA attraverso il sostegno ad azioni di Pre-commercial Public Procurement e di Procurement dell’innovazione»
  • - 11.3.4 (OT-11) «Azioni di rafforzamento e qualificazione della domanda di innovazione della PA, attraverso lo sviluppo di competenze mirate all’impiego del “Pre-commercial procurement”»

L'attuazione dei programmi pre-commerciali sono finanziati principalmente attraverso i Programmi Operativi Regionali (POR) e i Programmi operativi nazionali (PON) Scuola, Ricerca e Innovazione, Governance. Undici Regioni italiane prevedono esplicitamente nei propri Piani operativi 2014-2020 un investimento per il Pre-commercial Public Procurement e il Procurement di innovazione. I settori di applicazione sono stati individuati da ciascuna Regione in coerenza con i documenti di strategia di specializzazione intelligente (S3).

L'Agenzia sta sviluppando una piattaforma di accordi per coinvolgere in modo sistematico i soggetti istituzionali che possono operare in sinergia per promuovere gli appalti di innovazione.

Febbraio 2018: Convenzione Quadro con la Fondazione Ugo Bordoni, ad oggetto, tra l'altro, il supporto alla gestione ed implementazione delle procedure e dei capitolati per appalti Pre-Commercial Procurement (PCP) finalizzati alla conclusione di contratti di R&S

Maggio 2018: protocollo d’intesa tra AgID, Regione Campania e Soresa per favorire il ricorso agli appalti d’innovazione e pre-commerciali, in particolare nei settori della sanità digitale e dell’ICT.

Giugno 2018: diventa operativol'accordo tra AgID - Agenzia per la Coesione Territoriale per la realizzazione della programmazione comunitaria 2014-2020 e in particolare, il coordinamento delle azioni previste dai POR e dai PON per lo stimolo della domanda pubblica di innovazione e la promozione del pre-commercial public procurement.

Settembre 2018: diventa operativo il protocollo d'intesa con la Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, Confindustria e Itaca, Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale, avente ad obiettivo l’individuazione delle strategie per potenziare il ruolo della domanda pubblica come leva di innovazione.

Le amministrazioni impegnate nello sviluppo di appalti pre-commerciali possono richiedere supporto all'Agenzia per l'Italia Digitale, contattando il Servizio strategie di procurement e innovazione del mercato.