DESI 2016: usabilità e interoperabilità le priorità per l'Italia

Venerdì, 26 Febbraio, 2016

Secondo i dati emersi dal DESI 2016, nell’ultimo anno si sono registrati i maggiori progressi nel settore dei servizi pubblici digitali.
DESI 2016: usabilità e interoperabilità le priorità per l'Italia

Il DESI (Digital Economy and Society Index) è l’indice elaborato dalla Commissione Europea per valutare lo stato di avanzamento degli Stati membri dell'UE verso un'economia e una società digitali attraverso cinque indicatori:

  • connettività
  • capitale umano
  • uso di internet
  • integrazione della tecnologia digitale
  • servizi pubblici digitali.

Nell'ultimo anno si sono registrati progressi in particolare nell’ambito dei servizi pubblici digitali, così come nell’ambito della trasparenza e della disponibilità dei dati aperti: l’Italia si classifica infatti sesta nel ranking europeo.

L’usabilità e l’interoperabilità dei servizi rappresentano le priorità sulle quali lavorare affinché i servizi digitali messi a disposizione dalle pubbliche amministrazioni possano essere sempre più efficienti e facilmente fruibili. 

È in questa direzione che si sta orientando il lavoro dell’Agenzia per l’Italia Digitale: i principali progetti stanno entrando nella fase attuativa, e la strategia – che prenderà corpo attraverso il piano triennale, e permetterà all'Italia di guadagnare posizioni nell'indice – sarà caratterizzata da specifiche regole di usabilità per migliorare l’esperienza dell’utente, e da standard di interoperabilità per rendere i servizi digitali offerti dalle PA ecosistemi interconnessi.

Tag: agenda digitale

Pagina interna sull'argomento: 

Ultimo aggiornamento 29 Febbraio 2016


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna