Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze

La Legge 11 agosto 2014, n. 114, che ha convertito, con modificazioni, il D.L. 90/2014 ha introdotto il comma 3-bis all’art. 24 che stabilisce che “…le amministrazioni statali, il Governo, le regioni e gli enti locali devono adottare un piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni che permetta la compilazione on line con procedure guidate accessibili tramite autenticazione con il Sistema Pubblico per la gestione dell’Identità Digitale di cittadini e imprese. Le procedure devono permettere il completamento della procedura, il tracciamento dell’istanza con individuazione del responsabile del procedimento e, ove applicabile, l’indicazione dei termini entro i quali il richiedente ha diritto ad ottenere una risposta. Il piano deve prevedere una completa informatizzazione”.

Nei casi in cui l’ente abbia già proceduto a quanto previsto sia dalla normativa specifica sul procedimento, sia da quella su trasparenza e anticorruzione, l’elaborazione del piano è conseguente alla sistematizzazione dei vari progetti e delle iniziative dell’amministrazione in tema. Infatti, già la L. 190/2012 contenente le Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell'illegalità nella pubblica amministrazione prevede all’art. 1, commi 29 e 30, prevede che gli enti abbiano procedure per la gestione delle istanze online.

Anche l’individuazione del responsabile del procedimento è già prevista dalla L. 241/90 sul procedimento amministrativo.

Quanto alla integrazione con il Sistema Pubblico di identità, si ricorda che le regole tecniche per l’adozione dello stesso saranno rese disponibili dall’AgID entro il mese di aprile 2015.


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna