Conservazione delle fatture elettroniche

Le fatture elettroniche devono essere conservate?

Sì, secondo il Decreto del Ministero dell’Economia e delle Finanze 17/06/2014 e la Circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 18E del 24/06/2014 le fatture elettroniche devono essere conservate sia dai soggetti attivi che passivi in modo tale che:

  1. siano rispettate le norme del codice civile, le disposizioni del codice dell'amministrazione digitale e delle relative regole tecniche (DPCM 3 dicembre 2013 in materia di sistemi di conservazione) e le altre norme tributarie riguardanti la corretta tenuta della contabilità;
  2. siano consentite le funzioni di ricerca e di estrazione delle informazioni dagli archivi informatici in relazione almeno al cognome, al nome, alla denominazione, al codice fiscale, alla partita IVA, alla data o associazioni logiche di questi ultimi, laddove  tali informazioni siano obbligatoriamente previste.

I fornitori della PA sono tenuti a conservare anche le ricevute provenienti dal sistema di interscambio (SDI).

Argomento: 
Conservazione digitale

Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna