Guida per l'adesione delle PA

Ultimo aggiornamento 16 Gennaio 2017

Chi deve aderire

Le pubbliche amministrazioni, nonché le società a controllo pubblico sono tenute ad aderire al sistema pagoPA, mentre i gestori di pubblici servizi possono partecipare su base volontaria (articolo 15, comma 5-bis del DL 179/2012).

Le PA che non hanno rapporti diretti con cittadini e imprese possono essere esentate dall’adesione, tramite la sottoscrizione e l’invio di una specifica dichiarazione.

Cosa occorre fare per aderire

Per aderire al sistema pagoPA gli Enti Creditori (EC) di ogni tipologia devono necessariamente utilizzare il nuovo Portale delle Adesioni (PdA) appositamente predisposto da AgID.

Si precisa al riguardo che non saranno prese in considerazione richieste di adesione pervenute in alcuna altra modalità, ivi comprese eventuali comunicazioni via PEC.

Al fine di accedere al PdA, gli EC interessati dovranno utilizzare le apposite credenziali non nominali di primo accesso, se già ricevute da AgID, oppure dovranno richiederle via PEC all’indirizzo portalepagopa@agid.gov.it, se non ancora ricevute.

In particolare, gli EC nuovi aderenti in sede di primo accesso al PdA dovranno designare il proprio Referente dei Pagamenti, il quale, al completamento del processo di designazione, riceverà all’indirizzo di posta elettronica indicato una comunicazione contenente le credenziali nominali di accesso al PdA.

Con tali credenziali il Referente dei Pagamenti potrà quindi procedere alla compilazione ed invio ad AgID della Lettera di Adesione, sottoscritta digitalmente dal rappresentante dell’ente, definendo anche la modalità di adesione prescelta con l’indicazione, se del caso, dell’eventuale Intermediario o Partner tecnologico prescelto.

I passi successivi, di competenza del Referente dei Pagamenti, sono quindi descritti nel Manuale Utente, scaricabile direttamente dal PdA o nell'apposita sezione a piè di pagina.

Modalità di adesione

Gli EC possono aderire al sistema pagoPA tramite le seguenti modalità:

  • Modalità diretta,  per gli Enti che intendono farsi carico direttamente di tutte le attività tecniche necessarie all’attivazione ed al funzionamento su pagoPA;
  • Modalità intermediata, per gli Enti che intendano demandare le attività tecniche a:
  1. Intermediari Tecnologici, cioè soggetti pubblici che aderiscono sia in qualità di beneficiario dei pagamenti, sia a supporto di altre pubbliche amministrazioni (es. Regione nei confronti di Province, Comuni e ASL del territorio);
  2. Partner Tecnologici, cioè soggetti privati che forniscono esclusivamente servizi ICT alle PA, senza però essere aderenti al sistema.

Nella modalità diretta l’Ente può nominare, se del caso, anche un proprio Referente Tecnico, mentre nella modalità intermediata il Referente Tecnico viene designato direttamente dall'Intermediario o Partner Tecnologico prescelto.

Si precisa che nella modalità intermediata ad ogni Ente potrà essere associato anche più di un Intermediario e/o Partner; tale possibilità è principalmente utilizzabile nel caso di Enti che, oltre ad un Intermediario o Partner di propria scelta, abbiano anche altri Intermediari e/o Partner assegnati da AgID a fronte di progetti centrali a carattere nazionale.

A supporto dell'adesione e dell'attivazione degli EC, AgID ha pubblicato la documentazione scaricabile nella sezione a piè di pagina.

Tag: pagamenti elettronici, enti creditori aderenti


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna