Standard formato elettronico editabile (XBRL) per la presentazione dei bilanci

Ultimo aggiornamento 16 Dicembre 2015

La digitalizzazione dei documenti delle imprese, come bilanci di esercizio consolidati e altri atti al registro delle imprese, presuppone l’adozione e l’utilizzo di standard e regole comuni.

Lo standard XBRL, la cui tassonomia viene qui di seguito pubblicata, è stato adottato per garantire:

  • la fruibilità e la circolazione dei dati finanziari, in modo che risultino immediatamente leggibili ed utilizzabili da parte di tutti i soggetti che ne hanno interesse;
  • significativi vantaggi in termini di snellimento delle pratiche e di automazione dei processi industriali.

Con il parere dell’Organismo Italiano di Contabilità, da parte di XBRL Italia, è stata approvata la nuova versione di tassonomia formato XBRL per il deposito 2015 dei bilanci d’esercizio per le società di capitali redatti secondo i principi contabili nazionali.

A partire dal 17 novembre 2014 è disponibile un nuovo vocabolario. In relazione agli obblighi di cui sopra, Infocamere rende disponibile uno strumento online gratuito, Tebe Plus, per verificare la validità formale di una istanza XBRL prima del suo deposito nel Registro delle imprese.

Ai sensi dell’art.5 comma 6 del D.P.C.M 10 dicembre 2008 la suddetta data è comunicata al Ministero dello Sviluppo Economico il quale provvede a renderla pubblica mediante apposito avviso da inserire nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana.

Per ulteriori informazioni si veda il sito di XBRL Italia.

Tag: xbrl


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna