Nota metodologica

Commenti

In relazione alla frase "si ricorda in proposito che, in base alla legge 4/2004, art. 4, comma 1, le pubbliche amministrazioni sono tenute nei processi di acquisto di beni e servizi informatici, a dare preferenza ai requisiti di accessibilità, a parità di ogni altra condizione di valutazione. Così come, art. 4 comma 2, i requisiti di accessibilità di siti internet, in sviluppo o manutenzione, sono condizione di validità dei contratti eventualmente stipulati", la preferenza ai requisiti di accessibilità dovrebbe essere data in tutte le situazioni lavorative, anche nel privato e non solo nelle pubbliche amministrazioni

Accettato.

Ai sensi di tale disposizione l’Agenzia per l’Italia Digitale, di seguito AgID, stabilisce, nel rispetto della normativa internazionale, le specifiche tecniche della strumentazione hardware e software e della tecnologia assistiva destinata a comporre la postazione adeguata, sia alla specifica disabilità (anche in caso di telelavoro), sia alle mansioni effettivamente svolte, che i datori di lavoro pubblici e privati pongono a disposizione del dipendente disabile.

(Pagina 3 delle Specifiche)

Si ricorda in proposito che, in base alla legge 4/2004, art. 4, comma 1, le pubbliche amministrazioni sono tenute, nei processi di acquisto di beni e servizi informatici, a dare preferenza ai requisiti di accessibilità, a parità di ogni altra condizione di valutazione.  Così come, art. 4 comma 2, i requisiti di accessibilità di siti internet, in sviluppo o manutenzione, sono condizione di validità dei contratti eventualmente stipulati.

(Pagina 15 e 16 delle Specifiche)

Il seguente passaggio è forse il più importante di tutti:

In merito si fa anche presente che i vari prodotti assistivi, esistenti sul mercato, non risultano tutti equivalenti per gli utenti, a parità di funzione. L’uso di ciascuno di essi andrà quindi concordato tra il datore di lavoro e l’utente, dando precedenza alle preferenze di quest’ultimo, comprovate da specifiche conoscenze pregresse dello strumento e della sua usabilità.

Che tale impostazione sia ribadita nel modo più chiaro possibile. Grazie per l'attenzione.

Accettato.

Inoltre, a fronte di casi di dipendenti con stessa disabilità occorrerà tener conto delle singole particolarità.

(Pagina 17 delle Specifiche)

La selezione e la scelta dei prodotti dipendono da un processo dinamico e da un percorso di valutazione del rapporto tra vari elementi, personalizzati sul singolo dipendente, verso il quale è necessario che convergano le esigenze di servizio, le mansioni svolte dallo stesso, l’analisi dei bisogni, l’individuazione degli ausili idonei per la postazione di lavoro, le capacità tecniche individuali e le attitudini personali, l’addestramento all’uso delle tecnologie di cui si è dotati, l’accordo sulla soluzione adottata in termini di efficacia, efficienza, soddisfazione.

(Pagina 16 delle Specifiche)


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna