La gara pre-commerciale Cloud for Europe

Ultimo aggiornamento 30 Giugno 2017

La gara pre-commerciale Cloud for Europe

Cloud for Europe è un appalto pubblico pre-commerciale realizzato aggregando la domanda di innovazione espressa da diversi Paesi Europei. 

Con la gara “Cloud for Europe” i Paesi partecipanti hanno l'obiettivo di sfidare la ricerca industriale e pubblica a proporre soluzioni innovative che consentano di adeguare più facilmente i servizi di cloud computing ai bisogni dell’intero settore pubblico europeo. Cloud for Europe è un esempio notevole di “joint Pre-commercial procurement”, un appalto per servizi di ricerca industriale realizzato congiuntamente da più stazioni appaltanti che, condividendo un obiettivo, mettono in comune competenze e risorse finanziarie.

In Cloud for Europe, l’Agenzia per l’Italia digitale è la centrale di committenza unica e, in quanto tale, agisce anche per conto delle amministrazioni degli altri Paesi partecipanti. 

La gara “Cloud for Europe”, organizzata in tre lotti, è stata pubblicata su Gazzetta Ufficiale Europea a dicembre 2014. L'evento di annuncio dei risultati si è svolto a Roma il 10-11 settembre 2015. 

La prima fase della gara, alla quale hanno partecipato 30 operatori economici provenienti da 11 Paesi (Italia, Austria, Estonia, Francia, Germania, Olanda, Romania, Slovacchia, Spagna, Svizzera e Regno Unito), è stata aggiudicata ad agosto 2015 a 12 raggruppamenti comprendenti grandi imprese, piccole imprese, università ed enti di ricerca di sette diversi Paesi, che competono e al contempo collaborano per sviluppare soluzioni innovative.

Ottobre 2016: gli aggiudicatari completano l'esecuzione della prima fase della gara d'appalto

Aprile 2017: la seconda fase della gara viene aggiudicata ad 8 dei 12 raggruppamenti concorrenti. Si dà inizio all'esecuzione della seconda fase della gara.

I risultati realizzati dai concorrenti saranno utilizzabili da AgID e dagli altri committenti per i fini istituzionali (sviluppo dei sistemi informativi pubblici, sviluppo del mercato interno, promozione di servizi innovativi e stimolo alla internazionalizzazione delle aziende IT nazionali). Agli operatori economici aggiudicatari dell’appalto rimarranno i diritti di proprietà intellettuale maturati durante l’esecuzione del progetto e la libertà imprenditoriale nello sfruttamento dei risultati.

AgID, in quanto centrale di committenza internazionale, conduce il complesso procedimento di gara:  

  • armonizzando i requisiti amministrativi e giuridici di amministrazioni provenienti da diversi Paesi Europei, tenendo in conto esigenze e bisogni differenti, culture amministrative differenti; 
  • aprendo alla più ampia partecipazione di Piccole e Medie Imprese, Enti di ricerca così come delle grandi aziende multinazionali; 
  • innovando la procedura di gara Pre-Commerciale, pur in coerenza con le raccomandazioni della Commissione Europea.

Per il lavoro svolto in Cloud for Europe, ad Agid è stato conferito il “Premio nazionale per l’innovazione 2016 – settore pubblica amministrazione”, consegnato dal Presidente della Repubblica in occasione della Giornata nazionale per l’innovazione.

In precedenza, nel novembre 2015, ad Agid era stato conferito dall’Osservatorio Agenda Digitale il “Premio Agenda Digitale 2015 – categoria Procurement pubblico di innovazione digitale”.

Sulla base dell’esperienza in Cloud for Europe, AgID sta promuovendo anche nel nostro Paese consapevolezza e consenso ad un utilizzo estremamente innovativo degli appalti pubblici. Centinaia di imprese ed enti di ricerca sono attualmente coinvolti nei nuovi appalti pre-commerciali del programma nazionale realizzato insieme al Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.

Il Progetto Cloud for Europe

L’appalto Cloud for Europe è parte dell’omonimo progetto, cofinanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Settimo programma quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico.

La Commissione Europea ha affidato la realizzazione di  Cloud for Europe ad un consorzio di 24 soggetti pubblici (amministrazioni, centri di ricerca, università) provenienti da 12 Paesi, coordinati dal Fraunhofer Institute for Open Communication Systems (FOKUS).

L’Agenzia condivide gli importanti riconoscimenti ottenuti nel progetto con tutti i partner e in particolare con le altre stazioni appaltanti: il National Institute for Research & Development in Informatics - Romania, Il Ministero delle Finanze - Repubblica Slovacca, Il Ministero delle finanze - Paesi Bassi, l’Institute for the Public Administration Shared Services (ESPAP) del Portogallo. 

Approfondimenti:

Tag: cloud, cloud for Europe, appalti pre-commerciali, ricerca e innovazione


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna