SPC - Architettura

L’architettura tecnica del SPC è costituita da tre diversi strati (layers):

  • Infrastruttura di connettività fornisce servizi di trasporto dati wired e wireless, di fonia VoIP e di sicurezza con livelli garantiti di funzionalità e qualità;
  • servizi:
  • Interoperabilità (posta elettronica e PEC, housing e hosting, gestione siti web, ecc.)
  • Cooperazione applicativa consentono lo sviluppo ed il funzionamento di applicazioni cooperanti
  • Applicazioni cooperative forniscono agli utenti - cittadini ed imprese – i risultati finali di procedimenti trasversali

L’infrastruttura di connettività si basa sulla interconnessione di intranet con requisiti di disponibilità, prestazioni e sicurezza “end-to-end” predefiniti e garantiti.
La presenza di più fornitori (Q-ISP), qualificati secondo specifici criteri definiti da DigitPA, costituisce una reale apertura al mercato ed assicura le condizioni economiche più vantaggiose per le PA. Una struttura dedicata di interscambio (QXN, Qualified Exchange Network) consente la interconnessione delle reti dei diversi Q-ISP. Un Centro di Gestione (CG-SPC), indipendente dai Q-ISP, provvede alle verifiche relative alle prestazioni ed alla sicurezza.

Ciascuna amministrazione (PA) ha dunque una propria intranet - servita da un unico fornitore (Q-ISP) - che costituisce il dominio interno alla singola amministrazione e ne connette tutte le sue sedi distribuite sul territorio. La connessione con amministrazioni servite da altri fornitori è assicurata dalla QXN.

Alla QXN possono collegarsi direttamente anche le Community Network pubbliche che si qualificano allo scopo (QCN, Qualified Community Network).

Tag: connettività


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna