Agenda digitale europea

Ultimo aggiornamento 08 Marzo 2016

L'Agenda digitale per l'Europa (DAE) si propone di aiutare i cittadini e le imprese europee ad ottenere il massimo dalle tecnologie digitali. E' la prima di sette iniziative pilota del programma Europa 2020.

Lanciata nel maggio 2010, l'Agenda digitale per l'Europa contiene 101 azioni, raggruppate intorno a sette aree prioritarie intese a promuovere le condizioni per creare crescita e occupazione in Europa:

  1. Creare un nuovo e stabile quadro normativo per quanto riguarda la banda larga
  2. Nuove infrastrutture per i servizi pubblici digitali attraverso prestiti per collegare l'Europa
  3. Avviare una grande coalizione per le competenze digitali e per l'occupazione
  4. Proporre una strategia per la sicurezza digitale dell'UE
  5. Aggiornare il framework normativo dell'UE sul copyright
  6. Accelerare il cloud computing attraverso il potere d'acquisto del settore pubblico
  7. Lancio di una nuova strategia industriale sull'elettronica

La piena attuazione di questa Agenda Digitale aumenterebbe il PIL europeo del 5% , l'equivalente di 1.500 € a persona, nel corso dei prossimi otto anni. Ciò aumenterebbe di 3,8 milioni i nuovi posti di lavoro in tutti i settori dell'economianel lungo periodo.

 

L'agenda digitale contiene 13 obiettivi specifici che incapsulano la trasformazione digitale che vogliamo raggiungere. I progressi di tali obiettivi sono misurati nel quadro di valutazione annuale del digitale

Testo originale in inglese sul portale della Commissione Europea

Tag: commissione europea, agenda digitale europea


Informazioni generali sul sito

Torna alla navigazione interna